Europacinema 2008: focus sul cinema tedesco

Una retrospettiva (e buona parte del cincorso) dedicata al cinema teutonico per l'edizione con cui il festival toscano festeggia i suoi primi 25 anni.

Il festival EuropaCinema - che nel 2008 festeggia i suoi 25 anni di vita e di attività - dal 2007 ha cambiato formula: ogni edizione del festival viene ora dedicata ad un paese europeo ogni anno diverso.

Dopo il grande successo fatto registrare dal cinema spagnolo a EuropaCinema 2007, nel 2008 sarà la Germania la protagonista assoluta del festival con i suoi film e con i suoi autori "storici" e quelli di recente formazione, ospiti a Viareggio da martedì 15 a sabato 19 aprile, così riconfermando una tradizione che ha sempre visto il cinema tedesco in prima linea nei programmi della manifestazione fin dalla sua fondazione (a Rimini, nel 1984) ad opera di Felice Laudadio con la collaborazione di Federico Fellini che ne disegnò il logo e il primo manifesto, quest'anno opera di Ettore Scola.

Durante il festival, promosso dal Comune di Viareggio, avrà luogo una retrospettiva di 16 film appartenenti al cinema tedesco "storico" nato successivamente al celebre Manifesto di Oberhausen del 1962 che contribuì alla "rifondazione" della cinematografia germanica e alla nascita del Neue Kino.

Hanno già dato conferma della loro presenza a Viareggio: i registi Peter Fleischmann, Reinhardt Hauff, Alexander Kluge, Peter Lilienthal, Edgar Reitz, Volker Schlöndorff, Hans-Jürgen Syberberg, Rudolf Thome, Margarethe von Trotta, i produttori Ulrich Felsberg e Dieter Geissler, l'attore Mario Adorf. Questi i film che verranno proiettati nella sezione retrospettiva alla presenza dei loro autori: Scene di caccia in Bassa Baviera di Fleischmann; Il coltello in testa di Hauff; Artisti sotto la tenda del circo: perplessi di Kluge; L'autografo di Lilienthal; Cardillac di Reitz; Il nono giorno di Schlöndorff; Hitler - ein film aus Deutschland di Syberberg; Der Philosoph di Thome; La promessa di von Trotta. Sono inoltre in programma: Nel Regno di Napoli di Werner Schröter; Whity di Rainer W. Fassbinder; Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog; Germania pallida madre di Helma Sanders-Brahms; Lisbon Story di Wim Wenders; il film collettivo Germania in autunno diretto fra gli altri da Fassbinder, Kluge, Reitz e Schlöndorff; e il film-documento di Edgar Reitz Die Nacht der Regisseure con le testimonianze di molti degli autori sopra citati. Altri registi, produttori e attori, e altri film, si aggiungeranno nelle prossime settimane.

Agli "storici" autori e cineasti tedeschi presenti a Viareggio verrà consegnato il Fellini 8½ Award for Cinematic Excellence.

EuropaCinema 2008 presenterà poi in competizione 10 film tedeschi di recentissima produzione, inediti per l'Italia, che verranno proiettati al Teatro Politeama alla presenza dei loro registi e attori protagonisti. La proiezione di ciascun film di lungometraggio verrà preceduta dalla presentazione di un cortometraggio della durata massima di 15'.

Una giuria composta dagli spettatori e presieduta da un noto regista assegnerà l'EuropaCinema Award alla migliore opera di lungometraggio e al miglior film di cortometraggio. Chi fosse interessato a partecipare alla giuria del pubblico può sottoporre la propria candidatura inviando un breve curriculum a: festfilm@tin.it.

I titoli dei film e dei cortometraggi selezionati e altre presenze di ospiti e cineasti tedeschi e italiani verranno annunciati nelle conferenze stampa che si terranno giovedì 3 aprile alla Casa del Cinema di Roma alle ore 11.00 e a Viareggio alle ore 18.00.

Quattro "Lezioni di Cinema" - in collaborazione con l'Università di Pisa e a cura del prof. Lorenzo Cuccu - saranno tenute da alcuni dei registi presenti a Viareggio. Le Lezioni si svolgeranno al Cinema Eden alle ore 11.00 di martedì 15, mercoledì 16, giovedì 17, venerdì 18 al termine della proiezione di un film scelto dall'autore.

Sabato 19 aprile si svolgerà un incontro, condotto da Luciana Castellina, imperniato sulle nuove tendenze del cinema europeo, in particolare delle cinematografie di Germania e Italia, presenti registi, sceneggiatori e produttori tedeschi e italiani di tutte le generazioni.

Nella serata finale di EuropaCinema si esibirà, in una performance straordinaria, la grande cantante e attrice Ingrid Caven, moglie e musa ispiratrice di Rainer W. Fassbinder, interprete di ben 15 dei suoi film fra i quali L'amore è più freddo della morte, Il dio della peste, Perché il signor R. è diventato matto?, Il soldato americano, Attenzione alla puttana santa e Il mercante delle quattro stagioni.

La 25 a edizione di EuropaCinema, Mostra del cinema europeo ideata e diretta da Felice Laudadio, è presieduta da Luciana Castellina; vicedirettore Francesca Pappalardo; amministrazione e movimentazione film Patrizia Prosperi; logistica Francesca Campagna; segreteria Roberta Vecchio; coordinamento ospiti italiani e riprese tv Orsetta Gregoretti; catalogo generale Adele Dorothy Ciampa; progetto grafico Alessandra Pasquarelli; organizzatore generale a Viareggio: Eugenio Biancalana, Agenzia Italia.

Europacinema 2008: focus sul cinema tedesco
Privacy Policy