Emma Watson accusata di aver sfruttato la morte di Alan Rickman

L'attrice ha ricordato il collega inglese citando una frase in cui lui esaltava la donne ed è divenuta bersaglio dei troll su Twitter.

La star inglese Emma Watson torna a essere bersaglio dei troll più beceri del web. L'attrice è stata violentemente attaccata su Twitter per aver "sfruttato" la morte del collega e co-star nella saga d Harry Potter Alan Rickman per la sua "causa femminista".

Come altri attori, anche Emma ha prontamente ricordato Rickman su Twitter postando una sua dichiarazione del marzo 2015 a favore delle donne, ma questo gesto è stato oggetto di pesanti critiche. Nella frase quotata, Rickman sosteneva: "Non c'è niente di sbagliato nel fatto che un uomo sia femminista, Credo che questo vada a nostro vantaggio."

Leggi anche: Alan Rickman: 10 grandi ruoli (+1) per ricordare il grande attore britannico

I troll e i maschilisti hanno colto l'occasione per tornare a criticare la Watson, già oggetto di pesanti attacchi nel passato per i suoi interventi sulla parità di genere. Tra le ingiuriose frasi rivolte all'attrice spiccano commenti quali "Emma, sei un essere umano ripugnante se usci la sua morte per favorire la tua causa." oppure "Wow, sta usando la morte del tuo amico per il femminismo. E' orribile."

Per fortuna sono molti i fan che hanno sostenuto Emma Watson con frasi di incoraggiamento contrastando i troll e i detrattori. Tra i molti commenti a sostegno si legge "Era un femminista e queste erano le parole, Emma sta solo riconoscendo un tributo, non c'è niente di sbagliato in questo".

Emma Watson accusata di aver sfruttato la morte...
Harry Potter, scherzi "rumorosi" sul set per Radcliffe e Rickman
Emma Watson e Kristen Stewart, i 25 anni di due ragazze fantastiche
Privacy Policy