Emma Thompson è Alone in Berlin

L'attrice sarà protagonista di una storia vera, magnificamente raccontata dal romanziere Hans Fallada, che si consumò nella Berlino della Seconda Guerra Mondiale.

Il premio Oscar Emma Thompson approda a un nuovo progetto intitolato Alone in Berlin. Il film, che vede nel cast l'austriaco Daniel Brühl e Mark Rylance, sarà diretto da Vincent Perez. L'affascinante attore e regista svizzero ha anche firmato la sceneggiatura insieme a Achim von Borries adattando il celebre romanzo di Hans Fallada Ognuno muore solo.

Ispirato a una storia vera, Ognuno muore solo è un documento sulla Germania nazista. Gli avvenimenti narrati seguono i testi della Gestapo sull'attività svolta da due coniugi, Anna e Otto Quangel, presi a simbolo del comportamento di tutto un popolo. La loro è la storia di un risveglio alla notizia della morte in guerra, nel 1940, dell'unico figlio e di una determinazione ad agire, deponendo cartoline contro Hitler e il regime un po' ovunque a Berlino (ne depositeranno 285 in due anni, ma solo 18 non saranno consegnate alla polizia). Una resistenza silenziosa che si concluderà fra torture, sofferenze e speranze.

I produttori hanno commentato lo sviluppo del progetto dichiarando: "Siamo felici che Emma, Daniel e Mark siano stati immediatamente affascinati come noi da questa incredibile storia d'amore. Ed è una storia vera, narrata neravigliosamente in un romanzo scritto 60 anni fa". Le riprese di Alone in Berlin si terranno il prossimo inverno in Germania.

Prossimamente vedremo Emma Thompson al cinema a fianco di Pierce Brosnan nella scatenata love story The Love Punch.

Emma Thompson è Alone in Berlin
Privacy Policy