Doctor Who: Eccleston spiega perché ha abbandonato il ruolo

L'attore ha svelato che avrebbe voluto girare una seconda stagione del popolare show britannico.

Christopher Eccleston ha interpretato per una sola stagione il Dottore nella serie cult Doctor Who. La star non aveva apprezzato il percorso che aveva intrapreso la storia e, in occasione del cinquantesimo anniversario dello show si era persino rifiutato di partecipare allo speciale Il giorno del Dottore.
In una recente intervista rilasciata in Australia, l'attore ha ora ammesso che ha qualche rimpianto legato all'addio al ruolo del Signore del Tempo dopo solo una stagione: "E' stato piuttosto tragico il fatto che non l'ho interpretato più a lungo. E' un personaggio meraviglioso e ho un grandissimo orgoglioso personale, se avessi girato una seconda stagione ci sarebbe stato un significativo miglioramento nella mia performance. Stavo imparando nuove abilità nel campo della commedia leggera. Non ero conosciuto per quel tipo di progetti e, ancora una volta, la produzione non me l'ha permesso".

Eccleston ha poi espresso una critica alla BBC: "E' importante nella prima stagione compiere una scelta veramente consapevole e intelligente, anche se significa andare oltre il budget. Sulla scelta del primo regista che stabilirà l'atmosfera della stagione, per il modo in cui si relazionano gli attori e tutto quello che non è accaduto. Un disastro".

Vi sarebbe piaciuto assistere ad altre avventure di Eccleston nella parte del Dottore?

Doctor Who: Eccleston spiega perché ha...
Doctor Who: una serie animata per i Daleks!
Class: ecco quando inizierà lo spinoff di Doctor Who
Privacy Policy