Death Note: Gus Van Sant sostituisce Shane Black

Il regista di Milk ed Elephant si cimenterà per la prima volta nell'adattamento di un manga giapponese.

Qualche anno fa il regista di Iron Man 3 Shane Black era entrato in trattative per dirigere l'adattamento live action della serie manga Death Note. Il fumetto firmato da Tsugumi Ohba e dall'artista Takeshi Obata, che comprende 13 volumi e in Giappone si è imposto come best-seller, è incentrato sullo studente del liceo Light Yagami il quale trova un taccuino chiamato Death Note che ha il potere di uccidere chiunque abbia il proprio nome scritto tra le pagine. Il misterioso taccuino è stato creato dal dio della morte Ryuk e permette a chi lo possiede di uccidere le persone scrivendo semplicemente il loro nome e disegnando il loro volto. Light decide di usare l'incredibile potere per liberare il mondo dal male, ma la polizia, ben presto, si mette sulle sue tracce.

Berlinale 2009: Gus Van Sant durante la presentazione di Milk.

Per un po' non sono più circolate notizie dell'adattamento live action del manga di culto, ma ora arriva una notizia davvero intrigante. Al posto di Shane Black, impegnato in altri progetti, è in arrivo l'autore indie Gus Van Sant. Il regista, noto per uno stile e una sensibilità peculiari, si starebbe per cimentare in un genere a lui nuovo utilizzando (a meno di ulteriori rimaneggiamenti) l'adattamento firmato dai Shane Black, Anthony Bagarozzi e Charles Mondry. Il manga, pubblicato dal 2003 al 2006, ha inspirato una serie anime, due film live action e uno spinoff in Giappone.

Death Note: Gus Van Sant sostituisce Shane Black
Privacy Policy