De Laurentiis, funerali in rosso a Los Angeles

Un addio vissuto con il sorriso sulle labbra, per il grande produttore, e vivacizzato dal rosso, il suo colore preferito, che è stato indossato dalle personalità presenti: Schwarzenegger, Raimi, Muccino, Luhrmann e molti altri.

Un addio in rosso - il colore della vita, non della morte - per l'ultimo saluto a Dino De Laurentiis, che proprio ieri ha visto riuniti a Los Angeles nella Cattedrale di Nostra Signora degli Angeli tantissime personalità dello showbiz americano e non, oltre ai familiari del leggendario produttore napoletano, vincitore dell'Oscar per La strada di Fellini. Un addio con il sorriso sulle labbra, per un produttore del quale è stato ricordato soprattutto il grande amore per la vita. A prendere parola, tra gli altri, Arnold Schwarzenegger, che deve proprio a De Laurentiis il successo ottenuto con Conan il Barbaro, e ha sottolineato il coraggio del produttore, ma anche la generosità nell'intraprendere nuovi progetti lavorativi e di vita: "Uno che aveva capito che per avere successo bisogna correre dei rischi e non si è mai tirato indietro"
Anche David Lynch - che per De Laurentiis ha diretto lo sfortunato Dune e l'inquietante mystery Velluto Blu - ha ricordato con affetto il produttore sottolineando tra le altre cose l'apertura mentale, il grande senso dell'umorismo, l'amore per la famiglia, il lavoro, il buon cibo e lo spettacolo.

Tra i presenti, oltre ai familiari del produttore - la sua seconda moglie Martha e le loro due figlie, oltre ai nipoti Aurelio e Giada, oggi chef televisiva di successo - anche Gabriele Muccino, Sam Raimi e Baz Luhrmann. Come richiesto prima dei funerali, alcuni dei presenti erano vestiti completamente di rosso - in particolare le signore - mentre altri hanno scelto di indossare solo un accessorio di questo colore, come un foulard o una cravatta.

De Laurentiis, funerali in rosso a Los Angeles
Privacy Policy