Cesare deve morire

2012, Documentario

David di Donatello 2012: premiato Cesare deve morire

Cinque riconoscimenti al film dei fratelli Taviani e solo tre premi al superfavorito Romanzo di una strage. Premiati anche This Must be the Place e Habemus Papam.

Dopo l'Orso d'Oro all'ultimo Festival di Berlino, Cesare deve morire ottiene riconoscimenti importanti anche in patria: il film dei fratelli Taviani ha vinto cinque statuette ai David di Donatello, sia in categorie importanti - miglior film, regia e produzione - che in quelle tecniche, come il miglior montaggio e il miglior fonico in presa diretta. E' andata quindi male al superfavorito Romanzo di una strage, che su sedici candidature ha ottenuto solo tre premi, tra cui quelli andati a Pierfrancesco Favino e Michela Cescon nelle due categorie riservate ai migliori attori non protagonisti.
Altri sei riconoscimenti sono andati a This Must be the Place, per la miglior sceneggiatura - firmata da Paolo Sorrentino e Umberto Contarello - oltre che per la fotografia, la colonna sonora e la miglior canzone, e nelle categorie riservate al make up e le acconciature, e tre ad Habemus Papam di Nanni Moretti per l'interpretazione di Michel Piccoli, le scenografie e i costumi. Per quanto riguarda i film stranieri invece, si conferma anche in questa occasione il successo di Una separazione dell'iraniano Asghar Farhadi e della commedia francese Quasi amici, che ha conquistato sia i botteghini d'oltralpe che quelli italiani.

Tornando al vincitore di questa edizione dei David, Cesare deve morire è una docufiction attraverso la quale i fratelli Taviani hanno raccontato la messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare all'interno delle mura del carcere di Rebibbia, dando spazio anche all'esperienza dei detenuti attori, e al loro difficile vissuto. I Taviani sono tornati dietro la macchina da presa dopo il dramma storico La masseria delle allodole (anche questo presentato a Berlino, qualche anno fa) ma stavolta hanno convinto la critica con un dramma girato quasi tutto in bianco e nero, nel quale le parole del Bardo sono adattate ad un linguaggio più popolare, quello dei detenuti, ma non per questo privo di poesia.
La cerimonia di premiazione si è svolta all'Auditorium della conciliazione ed è stata condotta per il sesto anno consecutivo da Tullio Solenghi.

Ecco l'elenco completo dei premi:

David 2012: tutti i vincitori


David di Donatello 2012: premiato Cesare deve...
Privacy Policy