Damian Lewis prigioniero di guerra in Homeland

L'attore inglese è stato scelto come controparte maschile per Claire Danes nella nuova serie della Showtime. Inoltre nel cast sarà presente anche David Harewood che interpreterà un giovane vice direttore della CIA.

La nuova serie Homeland si prospetta davvero interessante, sia per quanto riguarda la trama - una cospirazione governativa che implica terrroristi, politici corrotti e loschi figuri all'interno della CIA, che per il casting - a partire da Claire Danes, Mandy Patinkin e di recente Damian Lewis e David Harewood. Lewis è stato ingaggiato per interpretare il ruolo del Sergente Scott Brady, un marine che è rimasto prigioniero di guerra per otto anni in Iraq e che viene liberato, accidentalmente, durante un attacco americano ad una base nemica. Brady viene riportato in patria dalla sua famiglia in pompa magna, ma il Sergente soffre ancora per i traumi subiti durante la prigionia.

La sua co-star femminile, Claire Danes, ha dei sospetti in merito alla sua liberazione e su Scott stesso, convinta che dopo otto anni abbia subito una sorta di lavaggio del cervello e sia ora un nemico degli Stati Uniti. David Harewood invece, reciterà nei panni del più giovane vice direttore della CIA, un uomo deciso, che sa muoversi attraverso le acque torbide della politica, che persegue i suoi scopi personali ed è spesso esasperato da Carrie Anderson (Danes) e dalla sua dterminazione a scoprire la verità, senza tenere conto delle implicazioni politiche che questo comporta. Ricordiamo che Lewis è noto al grande pubblico soprattutto per il suo ruolo del Maggiore Dick Winters in Band of Brothers, miniserie della HBO dedicata ai membri della Easy Company, famosa compagnia di paracadutisti nota per le sue molte vittorie durante la seconda guerra mondiale. La produzione di Homeland è affidata a Howard Gordon e Alex Gansa e l'inizio delle riprese del pilot sono previste per il 10 Gennaio.

Damian Lewis prigioniero di guerra in Homeland
Privacy Policy