Concorso cinema/lavoro/migrazione: ecco il bando

Al via il V° bando di concorso per film e documentari sulle tematiche del lavoro, migrazione e meticciato culturale e sociale. La scadenza è fissata per il 31 luglio 2014.

Sono aperte le iscrizioni alla V edizione del concorso CINEMA/LAVORO/MIGRAZIONE, inserito nell'ambito del VII Mediterraneo Film Festival, rassegna cinematografica incentrata sul lavoro e la migrazione, che si svolgerà a Carbonia dall'8 al 12 ottobre 2014. La scadenza è fissata per il 31 luglio 2014. Il concorso, promosso dal Centro di Servizi Culturali della Società Umanitaria di Carbonia, in collaborazione con la Cineteca Sarda, la Fondazione Banco di Sardegna e con il Patrocinio della Regione Sardegna e del Comune di Carbonia, è aperto a tutte le opere di fiction e documentarie (corti o lungometraggi) che affrontano le tematiche del lavoro, della migrazione, del meticciato culturale e sociale e che esprimono le difficoltà, i meriti, le problematiche che accompagnano e hanno accompagnato i percorsi ad esse connessi, sia in termini umani che sociali e politici.

Carbonia, nel Sulcis, diventa il luogo ideale dove discutere di questi argomenti, un luogo che raggiunge oltre 50% di disoccupazione giovanile. Dal dopoguerra ad oggi la città sarda ha vissuto fasi alterne, dal grande afflusso di minatori nel 1938 alla grande fuga, dalla creazione del polo industriale di Portovesme all'odierna dismissione. La sua storia è intrisa sia di dolore, sia di un forte sentimento di riscatto. Le proiezioni dei film si svolgeranno nei siti di archeologia mineraria recentemente restaurati e restituiti alla comunità. Le GIURIE saranno di diversa entità proprio per non avere un unico occhio vigile sulle opere cinematografiche, ma una moltitudine di punti di vista.

La giuria di Qualità sarà composta da 3 membri del cinema italiano e europeo, mentre quella dedicata ai Giovani prevede la presenza di alunni degli ultimi anni degli istituti medi-superiori cittadini. La giuria Amici del Cinema vanta gli appassionati della settima arte e gli attivisti dell'associazionismo culturale e cinematografico operativi sul territorio. Di ben altra composizione è la giuria Cassaintegrati. Un punto di vista inedito e attivo "che dà voce e visibilità a donne e uomini colpiti in prima persona" afferma Paolo Serra, direttore del Centro di Servizi Culturali della Società Umanitaria di Carbonia "questa è anche l'occasione per far esprimere i giovani, attraverso lo strumento cinematografico, su argomenti di stretta attualità, e per creare un archivio di filmati inerenti sul lavoro e la migrazione. Dopo quattro edizioni abbiamo toccato quota 300 film".

Per informazioni e bando: www.mediterraneofilmfestival.umanitaria.ci.it/concorso/regolamento.html.

Concorso cinema/lavoro/migrazione: ecco il bando

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy