Comic-Con 2013: indizi sul futuro di The Walking Dead

Il cast e gli autori sono intervenuti alla convention presentando il nuovo trailer per la prossima stagione della serie.

Attenzione! Consigliamo ai gentili lettori che non vogliono conoscere dettagli inediti sulla quarta stagione di The Walking Dead, di non proseguire nella lettura di questa news. La sezione del Comic-Con di San Diego dedicata a The Walking Dead ha accolto Scott M. Gimple, Robert Kirkman, Gale Anne Hurd, Gregory Nicotero, Andrew Lincoln, Danai Gurira, Steven Yeun, Lauren Cohan, Scott Wilson, Chad Coleman, David Morrissey, e il favorito dei fan, Norman Reedus. La quarta stagione della serie ammiraglia della AMC sarà divisa nuovamente in due tranche, la seconda prevista per il febbraio del 2014, ed è stata presentata con un lungo trailer che ci dà un'idea generale di quello che succederà. Secondo lo showrunner i prossimi sedici episodi saranno orientati verso uno sviluppo maggiore dei personaggi, ma da quanto traspare dal promo è chiaro che i sopravvissuti alla furia omicida del Governatore stanno per finire dalla padella alla brace. Innanzitutto il Governatore non è per niente scomparso, è là fuori da qualche parte a meditare vendetta, visto che è convinto di essere stato tradito dai suoi concittadini "Alla fine della stagione il mio personaggio si trova davvero in uno stato d'animo terribile, si sente tradito ed è scattato qualcosa in lui, quasi come un interruttore e adesso dobbiamo vedere se questo interruttore si spegnerà o meno" ha detto Morrissey "però non ha ucciso proprio tutti, ne ha salvati due!" ha aggiunto scherzando.

The Walking Dead: David Morrissey è il Governatore nell'episodio Nelle tombe
Se il Governatore continua nella sua spirale discendente nella megalomania, Rick invece mostrerà un cambiamento radicale collegato al terrificante comportamento di suo figlio negli ultimi episodi "La relazione tra Carl e Rick è una parte fondamentale dell'inizio della stagione. Carl si sta trasformando in un sociopatico e questa è stata la molla che ha spinto Rick a rimettersi in piedi, a delegare parte delle sue responsabilità per il bene dei suoi figli. Sta cercando di reprimere la brutalità a cui ha dato libero sfogo per ritrovare una sorta di normalità" ha detto Lincoln "la morte di Andrea combinata con quello che è accaduto con Carl è il catalizzatore che lo riporta sul sentiero della sanità. L'allontanamento forzato a cui si è sottoposto nella terza stagione non funziona per Rick e ha avuto gravi conseguenze per la sua famiglia". Rick impara a condividere le responsabilità, Daryl continua a essere il personaggio più cool (seguito a ruota da Michonne) e Reedus ha commentato che "con la morte di Merle adesso Daryl avrà una reale possibilità di scoprire il suo percorso, trovare un senso di autostima che non sarebbe mai venuto fuori se non fosse stato per l'apocalisse". Anche i nuovi personaggi cercheranno di trovare il loro posto all'interno di questa comunità creata da circostanze straordinarie: "Tyreese sta cercando di mostrarsi utile e meritarsi un posto all'interno del gruppo" ha detto Coleman, un sentiero che sarà intrapreso anche dal personaggio di Lawrence Gilliard Jr., Bob Stockey.

The Walking Dead: Danai Gurira è Michonne nell'episodio Benvenuti a Woodbury
Disgraziatamente per quanto i nostri beniamini cerchino di resistere e fare lavoro di squadra, per quanto si armino fino ai denti e imparino a piazzare trappole di ogni tipo, Gimple ha messo le cose in chiaro fin da subito "la situazione peggiorerà quasi immediatamente, è completamente folle. Abbiamo fatto il primo episodio e mi ha sconvolto". Ci sono orde di walkers che prendono d'assedio la prigione, un problema grave, visto che le recinzioni non possono contenere il volume e la pressione applicata dagli zombie e di fatto vediamo la gang cercare di ammazzarne il più possibile. Ma il colpo basso arriva quando si scopre che c'è un sabotatore all'interno della prigione che sta 'nutrendo' e attirando i walkers con dei topi, lasciandoli lungo il perimetro della struttura. A questo punto rimanere all'interno della prigione risulta essere più rischioso che avventurarsi all'esterno e il gruppo deve decidere se rischiare il tutto per tutto e cercare un nuovo posto dove stabilirsi o se rimanere e combattere fino allo stremo - scopriremo anche perchè Rick ha guidato i sopravvissuti alla prigione invece di rimanere con i suoi a Woodbury, che bene o male era abbastanza attrezzata per essere difesa. Ovviamente nonostante lo scenario horror e il tema apocalittico, non mancano le domande su eventuali storie d'amore tra Rick e Michonne o tra quest'ultima e Daryl "Penso che il fatto di aver perso qualcuno a noi caro ci avvicinerà molto" ha detto Norman "è possibile che finiremo insieme...magari Rick si unirà a noi? Non si può mai dire!" ha scherzato l'attore, suscitando ululati di approvazione da parte del pubblico. Per il momento l'unica storia d'amore infuocata continua ad essere quella di Glenn e Maggie, che continuano a trovare il tempo e angolini nascosti per i loro incontri romantici. Per finire abbiamo scoperto che anche se si viene "ammazzati" da qualche zombie vagante, non si viene dimenticati dalla famiglia di The Walking Dead: i produttori hanno fatto una visita a sorpresa a Sarah Wayne Callies in occasione del suo ultimo lavoro in teatro, mentre il produttore esecutivo Greg Nicotero è ancora in contatto con Jon Bernthal e Jeffrey DeMunn, entrambi fatti fuori durante la seconda stagione.

The Walking Dead

Comic-Con 2013: indizi sul futuro di The Walking...
Privacy Policy