Cloverfield: è già tempo di sequel?

A pochi giorni dall'esordio nelle sale USA del disaster-movie prodotto da J.J. Abrams, il regista Matt Reeves è già pronto a mettersi al lavoro sul secondo episodio.

Pierpaolo Festa

Uscito in America la scorsa settimana, Cloverfield ha già polverizzato il box office statunitense incassando più di 46 milioni di dollari. E il regista Matt Reeves non ha esitato a iniziare a esporre le sue idee per un ipotetico sequel.

Reeves ha infatti dichiarato (seguono spoiler sul film!): "C'è un momento durante la sequenza sul ponte di Brooklyn in cui vediamo un altro ragazzo che filma qualcosa sul lato del ponte e Hud (il cameraman del film, ndR) lo riprende e poi si gira e vede la nave che si è capovolta e la Statua della Libertà senza testa, poi si rigira e vede che quell'altro lo sta riprendendo... Nella mia mente quelli erano come due film che si incrociavano per un breve momento e ho pensato che si trattava di qualcosa di interessante: l'idea che durante l'incidente ci fossero tanti punti di vista diversi, e tanti film amatoriali che venivano realizzati quella sera e li vedessimo uno dopo l'altro".

Il regista ha proseguito parlando di una sequenza particolare del film, senza però rivelare nulla: "Avete visto qualcosa nell'ultimissima inquadratura? In quella ripresa c'è qualcosa e non voglio dirvi di cosa si tratta. [...] Non voglio rivelarvelo perché il bello è che dovete essere voi a individuarlo, ma vi dico questo: c'è una cosa strana, guardate l'inquadratura e finché non lo vedrete non riuscirete a individuarlo...anche perché nessuno di voi magari l'ha visto. Ma una volta che lo vedrete, non smetterete mai più di vederlo..."
Vi ricordiamo che Cloverfield arriverà sui nostri schermi a partire dal 1 febbraio.

Cloverfield: è già tempo di sequel?
Privacy Policy