La casa sulle nuvole

2008, Commedia

Clorofilla Film Festival 2009, quindici giorni a tutto cinema

Dal 7 al 23 agosto, tra il Parco della Maremma e Grosseto, la 'battaglia' di un piccolo Festival mai rientrato nel FUS. Film, documentari e corti per il Festival che promuove la nuova linfa del cinema italiano. Oltre alle proiezioni, anche teatro e presentazioni di libri.

Quindici giorni a tutto cinema in Maremma con il Clorofilla film festival. Oltre al consueto spazio nel Parco della Maremma dal 7 al 16 agosto, la manifestazione che promuove la nuova linfa del cinema italiano, si sposta anche a Grosseto, tra le bellezze architettoniche a cielo aperto delle Mura Medicee, dove si svolgerà la parte finale del festival dal 19 al 23 agosto. In programma cinquanta proiezioni tra corti, doc. e lunghi, ma anche monologhi teatrali e presentazioni di libri al tramonto, in attesa delle proiezioni. Il festival che non è mai rientrato nel FUS, porta comunque avanti la sua missione e battaglia, in tempi di grandi proteste per il reintegro del Fondo Unico per lo Spettacolo, e con un budget di 15.000 euro propone un programma di tutto rispetto.

Mattia De Gasperis in una scena del film Il primo giorno d'inverno
Tra i film del concorso: Il primo giorno d'inverno di Mirko Locatelli, Mare nero di Federico Bondi, La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi, Fuga dal call center di Federico Rizzo, Beket di Davide Manuli, Sleeping Around di Marco Carniti, Diari di Attilio Azzola e Quell'estate di Guendalina Zampagni, girato proprio in provincia di Grosseto.
Per i documentari invece saranno proiettati: L'ora d'amore di Andrea Appetito e Christian Carmosino, Diario di uno scuro di Davide Barletti e Lorenzo Conte, Domani torno a casa di Fabrizio Lazzaretti e Paolo Santolini, Harmattan di Alberto Puliafito.
La sezione corti ospiterà Il torneo di Michele Alhaique, Una vita differenziata di Lorenzo Cicconi Massi, L'amore non esiste di Massimiliano Camaiti, Ogni giorno di Francesco Felli, Last Ark di Bruno Depetris, Be Water, My Friend di Antonio Martino, L'amore è un giogo di Andrea Rovetta, Se ci dobbiamo andare andiamoci di Vito Palmieri e Tana di Giuseppe K. Miglietta.

Amine Slimane in una scena del film Diari
Da segnalare prima dei film, in un uliveto particolarmente suggestivo e utilizzato senza allestimenti scenici, alcuni spettacoli tra musica e teatro. In Wine sound system, il gastrofilosofo pugliese Donpasta, prendendo spunto dal suo ultimo libro, accompagnerà gli spettatori del festival in un eccentrico aperitivo tra storie, vini e musica. Oltre a Donpasta anche Alessandro Langiu e il cantante-attore Peppe Voltarelli in Angolo somma zero e lo studio dei nuovi spettacoli Bella tutta di Elena Guerrini e Primi passi sulla luna di Andrea Cosentino. La chicca dell'uliveto è però la presentazione di Senti che Fiora: la kermesse in musica e teatro che si svolgerà nei giorni 13 e 14 agosto a Santa Fiora, un piccolo borgo dell'Amiata, con i più promettenti cantautori e musicisti della scena nazionale, che ha scelto il Clorofilla per proporre un assaggio di musica che anticipa l'evento.

Come di consueto anche uno spazio per festival, scuole di cinema e film commission dove gli spettatori potranno recuperare informazioni sulle iniziative che avranno aderito.
Nella serata finale premiazioni per miglior lungo, corto, attore e attrice con sculture realizzate artigianalmente e 500 euro per ogni categoria in concorso da devolvere, quest'anno, all'Accademia dell'Immagine de L'Aquila.
Per informazioni: cinema@festambiente.it - tel. 0564-48771 - fax 0564-487740
www.festambiente.it (sezione Clorofilla film festival)

Clorofilla Film Festival 2009, quindici giorni a...
Privacy Policy