Cinema Giapponese a Firenze: focus sul terremoto

Tante pellicole e ospiti in arrivo dall'Oriente. Tra i lavoro più attesi l'horror splatter Dead Sushi.

La terza edizione della Rassegna di Cinema Giapponese si terrà a Firenze dal 22 al 25 maggio: al Cinema Odeon saranno presentate 20 pellicole tra lungometraggi, documentari, anime e corti in anteprima, per raccontare il Giappone contemporaneo. Tra gli eventi speciali della Rassegna il progetto 11 Marzo - Per non dimenticare, dedicato ai tragici eventi di Fukushima: in Italia sarà presentato il primo focus di documentari realizzati da autori giapponesi (alcuni dei quali saranno presenti a Firenze) sul disastro che ha colpito il Giappone nel 2011 (Sala Ferri di Palazzo Strozzi, ingresso libero). Quattro opere che svelano il Giappone post-terremoto come nessuno l'ha mai mostrato prima. Il progetto 11 Marzo - Per non dimenticare è realizzato in collaborazione con il Festival dei Popoli.

Tra i film in programma al Cinema Odeon ci saranno Kueki ressha di Nobuhiro Yamashita, ispirato al romanzo vincitore del famoso premio letterario giapponese per scrittori esordienti Akutagawa di Kenta Nishimura. Il toccante anime Wolf Children di Mamoru Hosoda, storia di Hana che incontra e si innamora di un uomo-lupo, una riflessione profonda e delicata sull'amore tra genitori e figli. Nel pieno rispetto della trazione giapponese non mancheranno i mitici manga: sarà presentato Rurouni Kenshin di Keishi Ohtomo, trasposizione cinematografica del manga Kenshin Samurai Vagabondo di Nobuhiro Watsuki. Il film narra le imprese di Kenshin Himura, un assassino diventato samurai vagabondo per cercare di espiare i peccati del suo passato. Lo splatter-demenziale Dead Sushi di Iguchi Noboru, maestro di B-movies trash riconosciuto a livello internazionale. In programma anche un omaggio al grande regista giapponese Nagisa Oshima, recentemente scomparso.

Non solo cinema durante la Rassegna ma anche arte, cucina e artigianato. Direttamente da Tokyo, lo chef Toyokazu Takahashi porterà a Firenze la cucina nipponica (Colle Bereto e Odeon Bistro). Sarà possibile degustare aperitivi, cene e il tipico pranzo giapponese obento. A Palazzo Strozzi si terrà un workshop di timbro giapponese con l'artista Tomiko Han e in piazza Strozzi saranno presentati i prodotti artigianali e le novità all'ultima moda rigorosamente made in Japan in uno stand allestito grazie alla collaborazione con la prefettura di Fukushima e della Aizu Selection e Yae Selection. Per chiudere in dolcezza il gelato al tè della ditta Yuzan Sabou, in collaborazione con il Gelato Festival e la Gelateria Carapina.

Cinema Giapponese a Firenze: focus sul terremoto

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy