Christoph Waltz sarà Gorbachev in Reykjavik

Il mimetico attore austriaco si calerà nei panni del leader sovietico che per la prima volta ha portato venti di pace favorendo la fine della Guerra Fredda.

Il premio Oscar Christoph Waltz si calerà nei panni del leader sovietico Mikhail Gorbachev in Reykjavik di Mike Newell. L'attore austriaco affiancherà un'altra star di spicco, Michael Douglas, a cui toccherà invece il ruolo di Ronald Reagan. Reykjavik ricostruirà lo storico incontro avvenuto in Islanda nell'ottobre del 1986 tra il Presidente americano Ronald Reagan e il leader russo Mikhail Gorbachev, incontro che, anche se indirettamente, contribuì alla fine della Guerra Fredda. "Sono davvero fortunato ad avere a disposizione due campioni di tale portata per interpretare gli uomini che portarono alla fine della terza grande guerra del XX° secolo" ha dichiarato Mike Newell. "Il film offrirà uno sguardo unico su due personaggi che hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia e che hanno servito da catalisi per uno dei momenti chiave, la fine della Guerra Fredda" ha commentato il produttore Ridley Scott. Reykjavik, scritto da Kevin Hood, sarà prodotto da Headline Pictures, Scott Free Productions, Participant Media e Mark Sennet Productions. Le riprese prenderanno il via a marzo e si terranno a Reykjavik, in Islanda, e presso gli Studi Babelsberg di Berlino.

Tra poche settimane Christoph Waltz potrebbe comparire sul palco del Festival Internazionale del Film di Roma per accompagnare il western tarantiniano Django Unchained, se la presenza del film verrà confermata nel programma della kermesse.

Christoph Waltz sarà Gorbachev in Reykjavik
Privacy Policy