Captain Phillips - Attacco in mare aperto

2013, Drammatico

Captain Phillips - Attacco in mare aperto nei cinema dal 31 ottobre

Tom Hanks protagonista dell'avvincente film diretto da Paul Greengrass, nelle sale dal 31 ottobre distribuito in 350 copie da Warner Bros. Pictures Italia

La star Tom Hanks porta sul grande schermo Captain Phillips - Attacco in mare aperto, l'avvincente film diretto dal regista Paul Greengrass e tratto dal libro Il dovere di un capitano di Richard Phillips e Stephan Talty. Il film sarà nelle sale italiane dal 31 ottobre, distribuito in 350 copie da Warner Bros. Pictures Italia.Tenendo alta l'attenzione e la tensione dello spettatore, la pellicola racconta del sequestro avvenuto nel 2009 della nave cargo americana Maersk Alabama da parte di una banda di pirati somali. Al fianco del due volte premio Oscar Tom Hanks, muovono i passi personaggi non convenzionali e complessi, tra tutti l'attore Barkhad Abdi, che nel film veste i panni di Muse, il capitano dei pirati: "La pirateria è un crimine ed un film non cerca di assolverla, ma credo che le persone usciranno dal cinema con della compassione per il mio personaggio, che finisce col confrontarsi con il potere dell'America. Certamente è un criminale ma è anche una persona messa alle strette".

Ambientato al largo della costa somala, su una rotta di collisione incontrovertibile, l'emozionante assedio in alto mare è raccontato in modo autentico: "Ho voluto la verità, ho voluto riportare la realtà e l'immediatezza dell'evento" spiega il regista. "Negli ultimi anni abbiamo visto bei film che raccontano dei problemi di sicurezza nazionale e di terrorismo, ma io volevo fare un film che parlasse di un conflitto più ampio nel nostro mondo: quello tra chi possiede tutto e chi nulla". Più della metà delle riprese di Captain Phillips - Attacco in mare aperto sono state effettuate in mare aperto nel corso di 60 giorni, usando lo stesso tipo di nave su cui si svolse il fatto di cronaca. "Ho iniziato il film con la convinzione che dovevamo mettere in scena gli eventi nelle condizioni il più possibile fedeli al reale. Tutti mi dicevano 'Sei pazzo, girare in mare è una di quelle cose che i registi non fanno'. Ma per me questo dà al film un tocco di veridicità incommensurabile" prosegue Greengrass.

Arrivato sul set, Tom Hanks è rimasto sorpreso: "Paul ha tentato di spiegarmi il suo stile, macchine da presa a spalla, niente dolly, nessun segno per terra. Ho detto che per me non era un problema, ma onestamente mi aspettavo che quando fosse arrivato il momento di girare, avrei visto comparire il dolly. Non è mai successo. Non abbiamo neanche provato le scene sul set, le abbiamo girate. È un modo straordinario di fare un film. Questo è uno dei punti di forza di Paul e non credo che si interessato a fare film in altri modi". Captain Phillips - Attacco in mare aperto è l'analisi a più livelli, da parte del regista Paul Greengrass, del sequestro nel 2009 della nave porta container U.S.A., Maersk Alabama, da parte di una banda di pirati Somali. Il film - raccontato attraverso l'obiettivo caratteristico di Greengrass - è allo stesso tempo un thriller al cardiopalma ed un ritratto della miriade di effetti collaterali della globalizzazione. Il film è incentrato sulla relazione tra il comandante della Alabama, il capitano Richard Phillips (Tom Hanks) e la sua controparte somala, Muse (Barkhad Abdi).

Captain Phillips - Attacco in mare aperto nei...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy