Berlino 2016: Fuocoammare di Gianfranco Rosi è Orso d'Oro

Tra i premiati anche la pellicola fiume di Lav Diaz A Lullaby to the Sorrowful Mystery, il dramma teatrale di Danis Tanovic Death in Sarajevo e la bella pellicola corale danese La comune, che si porta a casa il premio per la miglior attrice.

La 66° edizione del Festival di Berlino si conclude celebrando un palmares che parla italiano. Dopo la calorosa accoglienza tributatagli dalla critica, Fuocoammare, documentario di Gianfranco Rosi dedicato a Lampedusa, ha convinto anche la giuria presieduta da Meryl Streep.

Dopo aver conquistato il Leone d'Oro a Venezia con Sacro GRA nel 2013, Rosi torna a trionfare nel festival più politico di tutti con un film che affronta il tema dell'immigrazione e degli sbarchi dei migranti sulle coste italiane mostrando, al tempo stesso, la vita quotidiana degli abitanti dell'isola siciliana.

Berlino 2016: Gianfranco Rosi e Samuele Puccillo al photocall di Fuocoammare

Leggi anche: Fuocoammare: Gianfranco Rosi infiamma la Berlinale col documentario su Lampedusa

Il team capitanato dalla Streep ha, invece, scelto di assegnare il Gran Premio della Giuria al dramma di origine teatrale di Danis Tanovic Death in Sarajevo, che torna a riflettere sullo scontro etnico tra serbi e bosniaci.

L'Alfred Bauer Prize, premio per il film che apre nuove prospettive, va alla pellicola fiume di 8 ore A Lullaby to the Sorrowful Mystery del filippino Lav Diaz che scherza parlando del suo film come di un "corto".

Tra i premi più ambiti, l'orso d'argento per la regia viene assegnato a sorpresa alla giovane cineasta francese Mia Hansen-Løve che ha diretto la diva Isabelle Huppert nello struggente Things to Come.

Il protagonista del franco-tunisimo Hedi Majd Mastoura si porta a casa il premio per la miglior interpretazione maschile e il film diretto da Mohamed Ben Attia vince anche il premio per la miglior opera prima. Miglior attrice è la straordinaria interprete di La comune Trine Dyrholm che ha l'onore di ricevere il premio direttamente dalle mani di Meryl Streep.

L'orso d'argento per la sceneggiatura è stato tributato all'intrigante United States of Love, enigmatica pellicola polacca scritta e diretta da Tomasz Wasilewski, mentre il cinese Crosscurrent si porta a casa il premio per il miglior contributo tecnico, andato alla fotografia.

Berlino 2016: tutti i vincitori


Berlino 2016: Fuocoammare di Gianfranco Rosi è...
Berlino 2016
News Film & Serie Foto Video
Fuocoammare: Gianfranco Rosi e Lampedusa, tra tragedia e umanità
Fuocoammare, parla l'Orso d'Oro Gianfranco Rosi: "Perché dovremmo aiutare i migranti? Perché possiamo"
Privacy Policy