Barbora Bobulova madrina di Parlare di cinema a Castiglioncello

Focus delle lezioni di cinema di quest'anno sarà il grande Woody Allen, la cui carriera viene presentata nel documentario Woody.

Torna "Parlare di cinema a Castiglioncello" dal 17 al 22 giugno, la rassegna diretta da Paolo Mereghetti, nata per offrire al pubblico la possibilità di parlare con chi il cinema lo fa. Tutto questo proprio nella località toscana, meta prediletta dei nomi più prestigiosi della storia del cinema italiano. L'attrice slovacca, naturalizzata italiana, Barbora Bobulova sarà la madrina dell'edizione 2014, che segna il decimo anno di vita della manifestazione.

La rassegna prenderà il via martedì 17 giugno con l'inaugurazione della mostra fotografica "Sguardi sul set" a cura di Antonio Maraldi. Il cinema italiano degli ultimi decenni, documentato dai maggiori fotografi, di diverse generazioni. La mostra è un'antologica di "CliCiak", il concorso nazionale per fotografi di scena organizzato dal 1998 dal Centro Cinema Città di Cesena. Ospite d'onore della giornata l'attrice Barbora Bobulova che farà anche da "madrina" alla mostra fotografica.

Come da tradizione un'attenzione particolare è rivolta agli esordienti le cui opere verranno presentate al pubblico di Castiglioncello che avrà poi l'occasione di dialogare coni registi nel pomeriggio di sabato 21 giugno in un incontro moderato da Paolo Mereghetti, quest'anno dedicato in particolare alla commedia italiana.

Nel programma, come di consueto, sono previsti incontri di cinema rivolti agli studenti e agli appassionati a cura di Antonello Catacchio (mercoledì 18 e giovedì 19). Quest'anno l'attenzione sarà per Woody Allen, maestro indiscusso della commedia, raccontato da Robert B. Weide in Woody (Tutto quello che avreste voluto sapere su Woody Allen ma non avete mai osato chiedere). In un documentario biografico spassoso quanto il suo protagonista parlano i film, gli amori, gli attori, i produttori, i parenti e soprattutto lui: Allan Stewart Königsberg.

Barbora Bobulova madrina di Parlare di cinema a...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy