AssoWide non condivide la nuova richiesta SIAE

L'Associazione Italiana Operatori dell'Intrattenimento Digitale si oppone al tentativo della SIAE di imporre una tassione sull'uso di trailer cinematografici.

Continua l'incertezza sulla volontà della SIAE di tassare tutti i siti web che inseriscano nelle loro pagine trailer cinematografici a scopo promozionale. Riportiamo la posizione di AssoWide, l'Associazione Italiana Operatori dell'Intrattenimento Digitale.

"Abbiamo avuto notizia che la SIAE Società Italiana Autori ed Editori sta contattando editori online operanti nel settore del cinema chiedendo l'adesione ad una licenza per l'utilizzo di video promozionali cinematografici (trailer). In questa richiesta di adesione, la SIAE cita AssoWide, l'Associazione Italiana Operatori dell'Intrattenimento Digitale, lasciando intendere che tale licenza sia stata in qualche modo approvata e accettata da questa associazione. AssoWide ci tiene a specificare chiaramente che pur essendo state avviate discussioni in merito con la SIAE, in nessun modo ha aderito o approvato la licenza che viene proposta, avendone anzi evidenziato alla stessa SIAE diversi punti che la rendono problematica e quindi inaccettabile per i propri soci. L'uso del nostro nome da parte di SIAE in queste lettere di richiesta di adesione è quindi da considerarsi del tutto fuori luogo e non corrispondente al pensiero di AssoWide".

AssoWide non condivide la nuova richiesta SIAE

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy