Asia Argento: i quarant'anni di una ragazzaccia

Scream queen, regista, attrice e tanto altro ancora: la bad girl indiscussa del cinema nostrano approda ai quaranta.

Anche se ultimamente ha ridimensionato un po' il suo personaggio, Asia Argento resta uno dei volti più affascinanti del nostro cinema: abbiamo iniziato a conoscerla che era appena una ragazzina in film come Demoni 2 e La chiesa, prodotti da suo papà Dario Argento per poi ritrovarla in ruoli più consistenti in film come Zoo della Comencini o Palombella rossa. Nei primi anni Novanta, con il ruolo di Aura Petrescu in Trauma, Asia si afferma come unica dark lady del cinema italiano: criticatissima, controversa, ma l'unica in grado di accettare ruoli davvero estremi (a volte anche troppo).

Non solo scream queen - come lo era stata sua mamma Daria Nicolodi, che le somiglia tantissimo - ma anche attrice - talvolta anche in commedie, a dispetto di una spiccata preferenza per i ruoli dark - e regista. Diamo uno sguardo alle immagini più belle della sua carriera, costellata da ruoli affascinanti, ma anche da interpretazioni scult (ricordate la scena col cane di Go Go Tales?)

Asia Argento: i quarant'anni di una ragazzaccia
Asia Argento, star 'muta' in Isole di Stefano Chiantini
Dario Argento: da Profondo Rosso a Opera, dieci scene per dieci film da incubo
Privacy Policy