American Horror Story: già al lavoro sulla quarta stagione?

Ryan Murphy ha svelato che è già prevista una quarta stagione per la serie antologica e che Jessica Lange continuerà ad essere la sua musa. Commenti anche da parte delle attrici Kathy Bates e Angela Bassett.

Proprio ieri è andato in onda il primo episodio della terza stagione di American Horror Story, che quest'anno porta il titolo di Coven (congrega di streghe) e Ryan Murphy ha rilasciato alcuni commenti in merito allo stile gore che ha sempre permeato la serie e che sembra aver raggiunto nuovi livelli con questo terzo capitolo. Attenzione! Consigliamo ai gentili lettori che non vogliono conoscere dettagli inediti sulla terza stagione di American Horror Story, di non proseguire nella lettura di questa news. Tanto per cominciare c'è il personaggio di Kathy Bates, basato sulla serial killer Delphine LaLaurie che è veramente spaventoso e le prime scene della premiere raggiungono un bel punteggio per quanto riguarda il gore-meter "E' incredibilmente sadica e di diverte un mondo a creare dolore e sofferenza" ha detto la Bates mentre Angela Bassett (la regina del Voodoo Mary Laveau) ha confessato di aver visto le prime due stagioni del serial in compagnia di un'amica durante le ore diurne perchè ne era troppo spaventata. The Hollywood Reporter ha chiesto a Murphy se c'è un limite al gore e l'autore ha risposto candidamente che dal suo punto di vista non c''è "non c'è limite. Non ho mai avuto problemi con la violenza o il gore con questa serie. L'unica volta che ho avuto una nota dalla produzione è stato in merito a scene di sesso. Quando mescoli sesso e violenza allora sorgono problemi. Ma non è che mi sveglio al mattino e penso 'oggi voglio oltrepassare il limite'. Anzi, sento molto la responsabilità verso il mio cast, Sarah Paulson, Angela, Kathy e Jessica, non voglio farle sentire a disagio".

Un ritratto di Jessica Lange
A proposito di Jessica Lange, che si può definire la musa ispiratrice di questa serie, Murphy ha detto "ogni anno mi dice 'ok, questa è l'ultima volta', ma mi ha già confermato che sarà con noi per la quarta stagione. Non ho difficoltà a vedere American Horror Story andare avanti per 10 o 12 anni. Penso che non abbia una scadenza perchè si rinnova ogni anno e vorrei che Jessica fosse con noi fino all'ultimo". Purtroppo non ci sono dettagli su quello che Murphy e Brad Falchuk hanno in serbo per noi il prossimo anno "non posso dire niente, tutto quello che vi posso svelare è che Jessica ha sempre voluto recitare in un personaggio à la Marlene Dietrich e adesso ne avrà l'opportunità!". Il format di AHS dà sicuramente ampia possibilità al serial di essere rinnovato senza troppe ansie da parte della FX, considerato che ogni stagione è praticamente uno show diverso "quando ero ragazzo adoravo questo tipo di format, sono cresciuto con Uccelli di Rovo, Radici. Quando ho proposto alla FX di fare una serie di questo tipo non è stato facilissimo convincerli. Adesso penso che poichè abbiamo un cast così incredibile e abbiamo ottenuto riconoscimenti importanti abbiamo aperto la porta ad altri autori, altre serie realizzate con questa struttura. Penso che sia una forma d'arte televisiva molto interessante e ora, più che mai, i network ne stanno approfittando". In conclusione l'autore ha risposto a un commento di Sarah Paulson che lo ha definito uno "scienziato pazzo" dicendo "non saprei... uno scienziato pazzo è qualcuno che sta in un laboratorio tra provette fumanti. Quello che mi piace di più al mondo è mettere insieme cose che non hanno nessuna relazione tra di loro. Vengo criticato aspramente per questo perchè mi piace fare questi cross-over tra svariati generi che non sono per niente compatibili. E spesso corro dei grossi rischi e mi capita di fallire. Ma non mi dispiace sbagliare. L'immagine di me di fronte a una provetta fumante potrebbe piacermi, quindi, sì, potrei essere uno scienziato pazzo!"

American Horror Story: già al lavoro sulla quarta...
Privacy Policy