American Film Institute: la top ten per il 2011

Puntuale arriva la selezione dei dieci film e delle dieci serie televisive dell'anno, con l'integrazione, in ambito cinematografico, di due premi speciali destinati a due produzioni estere, ovvero The Artist e il franchise di Harry Potter.

Nel 2011 come un po' ogni anno, la Top Ten del American Film Institute è prevedibile solo fino a un certo punto: non manca mai l'elemento inatteso, e in questo caso abbiamo una rosa di pellicole che non include Drive di Nicolas Winding Refn, pure amato alla follia da moltissimi critici, e invece contempla una commedia divertente e riuscita sì, ma apparentemente fuori luogo in una top ten prestigiosa, come Le amiche della sposa di Paul Feig. Nulla di davvero anomalo, tuttavia: l'AFI sceglia di celebrare l'industry nella sua interezza, e quindi anche questo genere di grande popolarità viene giustamente ricordato nelle sue espressioni più felici.

L'associazione, che si limita di norma a segnalare le migliori produzioni cinematografiche e televisive USA, sforna quest'anno un paio di premi specieli per opere principalmente straniere ma che quest'anno è difficile non voler ricordare, ovvero la pellicola francese The Artist di Michel Hazanavicius e l'intera serie di Harry Potter, conclusasi questa estate con l'uscita di Harry Potter e i doni della morte - parte 2.

Ancora più sorprendente è la lista delle migliori opere televisive, che ripropone solo tre titoli presenti nella lista lo scorso anno (Modern Family, Breaking Bad e Boardwalk Empire - L'impero del crimine) e accoglie novità quali Il trono di spade, Homeland e Justified, lasciando completamente fuori, per quest'anno, le cosiddette "miniserie", come le blasonate Mildred Pierce e Downton Abbey.

Ma ecco le due top ten in dettaglio, ed un montaggio video realizzato sempre dall'AFI per celebrare il meglio del 2011:

AFI 2011: tutti i vincitori


American Film Institute: la top ten per il 2011
Privacy Policy