Amanda Seyfried non si lascia acchiappare

La bella attrice potrebbe calarsi nei panni di Esther Reed, fuggiasca che catalizzò l'attenzione dei media dopo aver truffato la Columbia University facendosi ammettere sotto falsa identità. Il film sarà diretto da McG.

La bionda Amanda Seyfried e il regista McG potrebbero collaborare insieme in una pellicola scritta da Lorene Scafaria e basata su un articolo apparso su Rolling Stone. Il pezzo in questione, intitolato The Girl Who Conned The Ivy League e firmato da Sabrina Rudin Erdely, narra la storia vera di Esther Reed, studentessa che, dopo essersi ritirata dalla scuola superiore, creò documenti falsi, truffò Harvard e la Columbia e divenne oggetto di una caccia all'uomo attraverso tutta la nazione. La ragazza riuscì a spacciarsi per Brooke Henson, giovane scomparsa da casa tempo prima, e a farsi ammettere alla Columbia finché i detective sulle tracce della vera Henson non scoprirono l'inganno. Esther Reed riuscì, però, a fuggire in tempo e a scomparire costringendo il detective della polizia Jon Campbell a darle la caccia per il tutto il paese.

Al momento Amanda Seyfried sembra essere ricercatissima da studios e registi, tanto che le notizie di nuovi progetti che la vedrebbero coinvolta si susseguono senza sosta. Tra i progetti futuri della bella attrice, attualmente nei cinema italiani col torbido thriller Chloe - Tra seduzione e inganno, figurano il period movie Albert Nobbs, diretto da Rodrigo Garcia, l'adattamento della pièce di Oscar Wilde A Woman of No Importance, che vede dietro la macchina da presa l'australiano Bruce Beresford, e The Girl With the Red Riding Hood, rilettura della fiaba di Cappuccetto Rosso firmata da Catherine Hardwicke. McG si accinge a dirigere la commedia brillante This Means War e la versione cinematografica del brillante musical Spring Awakening.

Amanda Seyfried non si lascia acchiappare
Privacy Policy