Tutti insieme inevitabilmente

2008, Commedia

Al box office le prove generali di Natale

Twilight sfodera una tenuta magnifica in Italia e resta in testa; ma oltreoceano lo detronizza la prima della commedie festive made in USA, Four Christmases.

Al secondo week end di programmazione, il fenomeno Twilight si rivela particolarmente poderoso dalla nostre parti: se infatti il film accusa un calo notevole rispetto all'esordio nelle sale USA, in Italia la flessione rispetto al primo week end di programmazione è davvero ridotta, e il romantico vampire-movie di Catherine Hardwicke incassa oltre 2 milioni e trecentomila euro, per un totale già vicino agli otto milioni.
Si difende come può la capolista delle nuove uscite, il film animato Bolt - un eroe a quattro zampe, che incassa circa un milione e settecentomila euro, e tiene piuttosto bene Nessuna verità, al terzo posto poco sotto il milione. Sono relegate nella seconda parte della top ten le altre nuove uscite Max Payne, Solo un padre, Never Back Down e Ti stramo - Ho voglia di un'ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo. Davvero sorprendente invece la performance del dramma eastwoodiano Changeling, ormai a un passo dai quattro milioni di euro d'incasso complessivi.

Oltre Atlantico, come detto, Twilight subisce una decisa battuta d'arresto, con un calo di circa il 60% rispetto al primo formidabile week end. Ne approfitta Four Christmases, commedia smaccatamente festiva e forte di un brillante e accattivante cast capitanato dal premio Oscar Reese Witherspoon e dall'aitante Vince Vaughn. Supera Twilight nel week end anche Bolt, che si prende la rivincitaripetto allo scorso fine settimana.

Sean Penn in una scena del film Milk
Non sfonda Australia, attesissimo epos romantico a firma di Baz Luhrmann: per il film con Nicole Kidman e Hugh Jackman c'è solo il quinto posto in classifica con nemmeno quindici milioni di dollari.
Si affaccia al decimo posto della top ten un film uscito solo in una manciata di sale, e che sfoggia una media per schermo davvero notevole: parliamo naturalmente di Milk di Gus Van Sant, già osannato dalla critica e fresco destinatario di un bel numero di nomination ai Satellite Awards.

Al box office le prove generali di Natale
Privacy Policy