Addio, Age!

Lo sceneggiatore bresciano, si è spento oggi a Roma. Insieme a Furio Scarpelli aveva firmato tante celebri commedie all'italiana.

Si è spento oggi in un ospedale romano lo sceneggiatore Agenore Incrocci, meglio conosciuto come Age, del fortunato duo Age e Scarpelli, autori tra i più prolifici del nostro cinema.
Nato a Brescia nel 1914, Age trascorre l'infanzia in giro per l'Italia seguendo i suoi genitori, che lavorano nel mondo dello spettacolo, ed in seguito inizia a lavorare in radio proprio come sceneggiatore, abbandonando gli studi di Giurisprudenza a pochi esami dalla laurea. Durante il conflitto mondiale è costretto ad abbandonare il suo lavoro, che poi riprende in seguito, continuando a lavorare in radio e scrivendo per alcune riviste teatrali.

Nel '49, per Age inizia il fortunato sodalizio artistico con Furio Scarpelli, che lavorano insieme alla sceneggiatura del divertentissimo Totò cerca casa; i due si separeranno nell'85 dopo aver firmato tantissimi film che hanno fatto la storia del cinema italiano, come La marcia su Roma, C'eravamo tanto amati, Straziami, ma di baci saziami, Il buono, il brutto, il cattivo, L'armata Brancaleone, Sedotta e abbandonata, Divorzio all'italiana, I soliti ignoti, La banda degli onesti, Don Camillo e l'onorevole Peppone, Totò e Carolina e Totò a colori, per citarne solo alcuni. Il suo ultimo lavoro, la sceneggiatura di Boom, una commedia di Andrea Zaccariello. Nel '77 Age aveva anche recitato in Ecce Bombo di Nanni Moretti.

Addio, Age!
Privacy Policy