Addio a Peter Ustinov

E' morto all'età di 82 anni Sir Peter Ustinov, uno degli ultimi grandi del cinema mondiale.

Patrizio Marino

Si è spento la notte scorsa in Svizzera l'attore Peter Ustinov. Ad annunciarlo è stato il suo agente londinese.
Ustinov era nato a Londra nel 1921, da genitori franco-russi, il suo debutto cinematografico risale al 1942 un film di propaganda bellica Uno dei nostri aerei è scomparso, in cui l'attore recitava la parte di un prete, contemporaneamente si affermava a teatro con il suo primo lavoro a teatro, dove è ricordato per celebri commedie come 'L'amore dei quattro colonnelli', 'Giulietta e Romanoff'. Al cinema conobbe il successo con il personaggio di Lentulo Batiato in Spartacus e con la caratterizzazione che diede dell'imperatore romano Nerone in Quo Vadis? di Mervyn LeRoy, del 1951.

Tra i suoi film ricordiamo anche Non siamo angeli, Un angelo è sceso a Brooklyn , Il fantasma del pirata Barbanera, Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli - dove interpretava Erode, Charlie Chan, Un taxi color malva e la serie 'gialla' ispirata al personaggio letterario del commissario Hercule Poirot. Il suo ultimo film, Lo scapolo d'oro, risaliva al 1999, ed era stato preceduto sette anni prima da L'olio di Lorenzo.
Ustinov è stato regista di diversi film, tra cui Angelo privato, Billy Budd e Una faccia di c... con Elizabeth Taylor, ed era ambasciatore Unicef dal 1972.

Addio a Peter Ustinov
Privacy Policy