Addio a Peter Falk

Volto televisivo conosciutissimo, soprattutto per il ruolo del tenente Colombo, l'attore si è spento all'età di 83 anni. Da alcuni anni soffriva di Alzheimer.

Ci lascia a 83 anni, uno dei volti più popolari del piccolo schermo, l'attore Peter Falk, celebre per il suo ruolo del tenente Colombo nel serial poliziesco che ancora oggi viene replicato in televisione. Da alcuni anni l'attore era malato di Alzheimer, e proprio di recente avevano fatto scalpore alcune sue foto nelle quali era apparso in evidente stato confusionale mentre vagava per strada come un senzatetto. Da allora era stato ricoverato in un centro di cura per anziani.
Falk era nato a New York City, ed a tre anni gli fu asportato un occhio a causa di un tumore maligno. Da allora l'attore portava un occhio di vetro, e questo non gli aveva impedito di praticare numerosi sport, da giovane, e soprattutto di assicurarsi un posto di rilievo nel mondo dello spettacolo. A dodici anni già recitava a teatro, e durante la guerra fu reclutato in Marina Mercantile come cuoco: "Lì a nessuno importa se sei cieco o no" - ebbe a dire Falk in una intervista, molti anni dopo - "L'unico che deve vederci bene, su una nave, è il capitano."

L'attore Peter Falk in una scena di IL CIELO SOPRA BERLINO
Conclusa l'esperienza militare, l'attore continuò a recitare a teatro, e poi verso la seconda metà degli anni '50, nel cinema, anche se in piccoli ruoli. Lo stesso Falk non si aspettava di ottenere grandi risultati nel mondo del cinema a causa del suo handicap. Ci fu anche qualcuno che rifiutò di scritturarlo perchè "allo stesso prezzo posso avere un attore con due occhi veri", ma nel '61 Falk riuscì ad ottenere un ruolo in Angeli con la pistola di Frank Capra, che gli valse una nomination agli Oscar, oltre che la stima del regista, che in seguito affermò che nonostante la lavorazione del film si fosse rivelata un disastro, collaborare con Falk gli aveva dato gioia e soprattutto gli aveva permesso di tenere a freno l'istinto di "uccidere Glenn Ford" che era la star del film.
La carriera di Falk proseguì sul piccolo schermo, con diversi ruoli in serie televisive, ma la vera popolarità arrivò nei primi anni '70 con il ruolo di Colombo, uno dei più iconici della storia della televisione. In realtà l'attore aveva interpretato il ruolo già nel 1968 in un film televisivo, ma fu la serie a regalargli il vero successo, tanto che alcuni anni dopo la sua conclusione, nel '78, Falk riprese i panni del tenente verso la fine degli anni '80 e continuò ad interpretarlo fino agli inizi degli anni Zero.

Nel frattempo la sua carriera cinematografica proseguì con titoli più importanti, tra i quali si ricordano numerosi polizieschi, ma anche film di autori come Cassavetes, Wenders e il nostro Nanni Loy. Prima della malattia, aveva prestato la sua voce ad uno dei personaggi di Shark Tale, e interpretato film come Ricomincio da me e Next, con Nicolas Cage, anche se in un ruolo secondario.

L'attore era stato sposato due volte, la prima con Alyce Mayo - insieme alla quale aveva adottato due bambine, Jackie e Catherine, che ironicamente lavora come detective. Dopo il divorzio dalla Mayo, Falk si risposò con l'attrice Shera Danese che lo aveva affiancato anche in alcune puntate di Colombo e che gli è rimasta accanto fino alla fine.

Addio a Peter Falk
Privacy Policy