Addio a Franco Citti, l'"Accattone" di Pier Paolo Pasolini

L'attore è morto, nella sua casa di Roma, all'età di 80 anni dopo una lunga malattia.

L'attore Franco Citti è morto questa sera, dopo una lunga malattia, nella sua casa di Roma. Aveva 80 anni e nel 1961 era stato scoperto da Pier Paolo Pasolini che l'ha voluto come protagonista del suo film Accattone. A confermare la notizia è stato Ninetto Davoli.

Citti era nato nel 1935 a Fiumicino e aveva raccontato di aver trascorso gli anni della sua adolescenza tra "ladri, truffatori, papponi, mignotte, spie, ruffiani, cornuti e ubriaconi". Nel 1961 l'incontro, a Torpignattara, con Pasolini che gli cambiò la vita. Con il regista aveva poi lavorato anche in Porcile, Il decameron, I racconti di Canterbury e Il fiore delle mille e una notte.

Negli anni Ottanta venne poi diretto da suo fratello Sergio in film come Storie scellerate, Casotto e Il minestrone. Nel 1988 Franco si è poi messo alla prova come regista con Cartoni animati.
Nella sua carriera l'attore ha lavorato anche a teatro e in tv, collaborando anche con Carmelo Bene e Salvatore Nocita.

Addio a Franco Citti, l'"Accattone" di Pier Paolo...
Ricordando Pier Paolo Pasolini: il suo cinema in 10 tappe fondamentali
Privacy Policy