Addio a Aleksei German

Deceduto l'autore di Controlli stradali e Il mio amico Lapshin che ha ultizzato l'arte per esprimere il proprio dissenso nei confronti delle dittature.

Si è spento all'età di 74 anni il regista russo Aleksei German. A darne la notizia è il figlio, Aleksey German jr., il quale ha informato la stampa del decesso avvenuto presso l'Accademia Medica Militare di San Pietroburgo. "Mio padre ha vissuto con dignità. Non ha mai tradito i propri ideali, non si è mai venduto né si è mai lasciato andare alla vanità. Credo che ci abbia lasciato per un mondo migliore" ha dichiarato il figlio, a sua volta regista.

In quarant'anni di attività come attore, regista e produttore Aleksei German ha portato a termine solo cinque film che, però, hanno segnato la storia della cinematografia sovietica. Tra questi il più celebre, Controlli stradali, girato nel 1971, ha subito il visto della censura sovietica del regime comunista per venticinque anni ed è uscito solo nel 1996. Tra le altre pellicole si ricordano Il mio amico Lapshin (1984), che ricostruisce il clima staliniano degli anni '30, Venti giorni senza guerra (1976) e Khrustalev, la mia auto! (1998). Il suo ultimo lavoro, Trudno byt' bogom, pellicola di fantascienza basata sul romanzo dei fratelli Strugarski, verrà ultimato dal figlio che si occuperà di rifinire la post-produzione audio.

Addio a Aleksei German
Privacy Policy