Ad aprile gli Oscar del Dvd

Si terrà a Roma il 16 aprile l'edizione 2007 degli Italian DVD Awards, che premierà i DVD messi in vendita nel corso del 2006.

monica renna

Si svolgerà il 16 aprile al Teatro Argentina di Roma la quarta edizione degli Italian Dvd Awards, un evento diventato un must per appassionati di home video, ma considerato in primis un vero e proprio appuntamento professionale per critici, case di produzione e di distribuzione. Queste società hanno realizzato una serie di campagne volte a persuadere i votanti (come peraltro avviene per gli Oscar), riuscendo così a mantenere alto il livello della competizione tra i titoli proposti in vendita nel 2006.

Una schiera di oltre 500 giornalisti operanti nell'home entertainment, nel cinema e nella comunicazione saranno chiamati a votare le migliori pellicole, che entreranno a far parte di una serie di nomination divise per categorie; spetterà poi alla giuria di qualità (composta da volti dello spettacolo, critici, tecnici super partes) decretare i vincitori dell'Italian Dvd Awards. La manifestazione, che anche quest'anno si avvale della collaborazione di Univideo, Unione Italiana Editoria Audiovisiva, della Casa del Cinema e della Regione Lazio, fa da cornice a un anno trionfante per quanto riguarda la vendita di Dvd, che registra ben 34 milioni di unità commercializzate nel 2006 per un valore totale di 415 milioni di euro. Dati questi che non comprendono il canale edicole e le società di noleggio, che non solo garantiscono alle fasce con meno disponibilità economica la visione del film con mezzi di tutto rispetto, ma hanno anche al loro attivo un fatturato di circa un miliardo di euro. Il mercato dell'home video si conferma ancora una volta un comparto molto proficuo, considerato che le cifre a esso attribuite superano quelle riferite al cinema; in tutto questo calcolo non bisogna però dimenticare che una grossa fetta di mercato è rappresentata ancora dalla pirateria. Nonostante questa profonda piaga, il formato digitale ha portato una ventata di energia e vigore all'home entertainment, dopo l'uscita di scena vecchia e antiquata videocassetta. Grazie al Dvd, che senz'altro è un supporto più comodo e maneggevole da usare, le case di distribuzione hanno potuto proporre o riproporre sul mercato classici del cinema mondiale, secondo standard tecnologici e contenuti extra più avanzati e accattivanti.

Da non dimenticare che il 2006 è stato l'anno dell'esordio sul mercato di due nuovi formati: l'HD DVD, ovvero High Density Digital Versatile Disc e il BLUE RAY. Entrambi ci parlano di alta definizione, ovvero un modo di vivere il cinema a casa propria, usufruendo delle migliori performance di qualità audio e video mai avute sino ad oggi.

Ad aprile gli Oscar del Dvd
Privacy Policy