Strane Storie - Racconti di fine secolo

1994, Commedia

3.4
Strane Storie - Racconti di fine secolo (1994)
Genere
Commedia, Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Nello scompartimento di un treno, un padre deve tenere a bada la petulante figlioletta dodicenne perché vuole delle storie. Ispirato dalla tosse insistente di un passeggero appena accomodatosi al suo fianco, lo fa ignaro protagonista della prima storia. Un mattino costui si accorge che gli sta mancando l'aria. La sensazione, sempre più angosciosa, di soffocamento, si spiega: è moroso, e se non si precipita al Palazzo dell'Aria per pagare la bolletta inevasa, rischia di morire soffocato. Pagatala in extremis, dopo varie peripezie per la città e nell'ufficio apposito, non trova di meglio che accendersi una sigaretta. E' la volta poi di una giovane donna sola che decide di comprare un uomo al supermarket. Qui ci sono vari modelli: lei sceglie il "Tenero", un timidone di mezza età con parrucchino che però resiste inspiegabilmente a tutte le seduzioni. Risulta poi che è "scaduto", come una bibita, e una volta restituito al supermarket verrà riciclato nel Terzo Mondo. Infine una famiglia povera "nordista" vede con sospetto affittare l'appartamento di fronte da una ricca famiglia di "terroni". Inizia una guerra psicologica; poi i figli, un maschietto ed una femminuccia per parte, iniziano a farsi i dispetti. I padri si minacciano con le pistole, poi si sparano con i fucili ed i lanciarazzi. Infine il "terrone" ricorre ad un carro armato, e il "nordista" chiude la discussione con una piccola bomba atomica made in Russia, presa a cambiali dalla camorra. I passeggeri, finite le surreali storie, scendono ad una stazione fantasma, e si trovano di fronte alla carcassa sventrata della carrozza del treno Italicus, ora abbandonata tra i rifiuti.

Le vostre recensioni