Raising Jeffrey Dahmer - curiosità

2006, Drammatico

0.0
Curiosità e citazioni

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - Le riprese del film si sono svolte in USA.

    Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

    Kansas City, Missouri, USA

    ● ● ●
  • Specifiche tecniche - Rapporto immagine: 2,35 : 1.
    Colore: a colori.
    Formato audio: Dolby Digital.
    Lingua originale: inglese.

    ● ● ●
  • Jeffrey Dahmer: una vita da incubo sullo schermo - Dopo che la sua storia è venuta alla luce, il personaggio di Jeffrey Dahmer (1960-1994) è entrato nell'immaginario collettivo tra quelli più spaventosi della storia criminale americana. Naturale quindi che a Dahmer siano stati dedicati canzoni, documentari, parodie, fumetti, ma soprattutto film e fiction televisive. Tra i film segnaliamo Jeffrey Dahmer: The Secret Life (1993) con Carl Crew nel ruolo del serial killer, quindi Dahmer - il cannibale di Milkwaukee (2002) con Jeremy Renner, e infine Raising Jeffrey Dahmer. Un'opera di completa fantasia invece è il film Dahmer vs. Gacy.

    Intorno ai sedici anni, Jeffrey Lionel Dahmer iniziò a manifestare i primi segni della sua personalità disturbata, ma fu soltanto nel 1978 che commise il suo primo omicidio. I suoi genitori erano via, e lui invitò un giovane autostoppista, Stephen Hicks, a casa sua, dove gli offrì da bere ed ebbe un rapporto sessuale con lui, prima di ucciderlo e di occultare il suo cadavere smembrato seppellendolo in vari punti del bosco situato alle spalle della casa dei genitori. Seguirono altri omicidi, dal 1987 fino al 1991, prevalentemente di ragazzi che aveva adescato in locali gay. Nel maggio nel '91, una della vittima Konerak Sinthasomphone, di appena 14 anni, fu trovato mentre girava nel quartiere in cui viveva Dahmer in evidente stato confusionale dovuto all'assunzione di droghe, e con del sangue che fuoriusciva dal retto. Due vicine decisero di chiamare il 911, ma Dahmer dichiarò alla polizia che Konerak era il suo amante e che avevano semplicemente litigato dopo aver bevuto un po'. La polizia quindi riconsegnò il ragazzo nelle mani del suo assassino, che lo uccise poco dopo, nonostante le sue vicine si fossero opposte con veemenza. Il vicinato spesso si era lamentato dei cattivi odori che provenivano dall'appartamento di Dahmer, e del suono di una sega elettrica, ma fu soltanto il 22 luglio del '91, con la fuga di un altro ragazzo che aveva adescato, Tracy Edwards, che Dahmer fu finalmente catturato e assicurato alla giustizia. Quello che la polizia nel suo appartamento, tra cadaveri smembrati, foto raccapriccianti, teste mozzate, e altro ancora, mise in chiaro che Dahmer aveva stuprato e ucciso le sue vittime, ma le aveva anche sottoposte a torture indicibili e si era cibato delle loro membra.
    Fu condannato a quindici ergastoli (solo perchè nel Wisconsin non vige la pena di morte), e fu ucciso nell'autunno del 1994 da un altro detenuto del carcere in cui stava scontando la pena.