Platoon - curiosità

1986, Guerra

4.1
Curiosità e citazioni

Citazioni


  • Io ora credo, guardandomi dietro, che non abbiamo combattuto contro il nemico; abbiamo combattuto contro noi stessi e il nemico era dentro di noi.
  • L'Inferno è l'impossibilità della ragione.
  • E' come curare un mal di testa con una decapitazione!
  • Le scuse sono come i buchi del culo, tutti quanti ne hanno una.

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - Platoon è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 10 Aprile 1987; la data di uscita originale è: 06 Febbraio 1987 (USA).
    Il film è stato in produzione per il periodo Febbraio 1986 - Aprile 1986; le riprese si sono svolte dal 20 Marzo 1986 al 01 Maggio 1986 in Filippine.

    ● ● ●
  • Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm. Proiettato in: 70 mm e 35 mm. Rapporto immagine: 1,85 : 1. Colore: a colori. Formato audio: Dolby. Lingua originale: inglese e vietnamese.

    ● ● ●
  • No a Platoon - A William Petersen era stato offerto un ruolo in Platoon, ma rifiutò perchè il compenso era troppo basso ed oltre a questo non gli andava di doversi trasferire per qualche settimana nelle Filippine. A quel punto accettò un ruolo nel film televisivo Long Gone e si divertì molto a girarlo.

    ● ● ●
  • Il ruolo di Chris Taylor - Il ruolo di Chris Taylor di Platoon era stato offerto inizialmente a Keanu Reeves e Kyle MacLachlan, ma i due attori rinunciarono. Inizialmente Stone aveva offerto il ruolo ad Emilio Estevez, ma siccome l'attore era impegnato, al suo posto fu scritturato suo fratello Charlie Sheen.

    ● ● ●
  • Il ruolo di Barnes - Il ruolo del sergente Barnes di Platoon era stato offerto a Kevin Costner, poi andò a Tom Berenger.

    ● ● ●
  • Le scritte sugli elmetti - Alcuni attori di Platoon scrissero delle cose sui loro elmetti indossati durante il film: sull'elmetto di Charlie Sheen c'è scritto "Quando muoio, seppellitemi sottosopra, così il mondo può baciarmi il culo", sull'elmetto di Mark Moses c'è disegnato un personaggio del magazine MAD che dice "Preoccupato, io?" - e pare che questa cosa abbia fatto ridere Stone fino alle lacrime. Johnny Depp invece aveva scritto semplicemente "Sherilyn": un omaggio alla sua fidanzata di allora, Sherilyn Fenn. Un altro piccolo omaggio all'attrice è sulla chitarra di Depp: sullo strumento infatti sono incise le iniziali S.F.