Natale a New York - curiosità

2006, Commedia

2.1
Curiosità e citazioni

Citazioni


  • "Scusi, ma lei è Lillo Ferri?". "Sì… ci conosciamo?". "Ci conosciamo? Lei ha lavorato tantissimi anni con mio padre…". "Ma che sei, il figlio di Lollo?". "Sì". "E come ti chiami?". "Lello". "Ammazza che fantasia. E che fine ha fatto Lollo? Papà…". "Nun s'è saputo chiù gnente. Se n'è scappato con una ballerina di lap dance". "E non s'è fatto più vivo?". "Solo una volta a casa invece di una cartolina ci è arrivato nu perizoma". "Quello è sempre stato fissato co' le mignotte… Mi ricordo che ai tempi nostri stava in fissa con una certa Ines, un baldraccone… ce la semo trombata in dumila… ". "Mamma'!". "Ah è la mamma?! … e come sta, come sta?".
  • "Quest'anno il Capodanno lo faccio all'Amnesia". "A Ibiza?" "No a Campo de Carne, è un centro anziani. Si chiama Amnesia perché 'sti vecchi non se ricordano un cazzo".
  • "Ce tenevo tanto a datte un fijo…". "All'età nostra? Io c'ho il seme pigro, tu c'hai l'utero che sbadìa. Non famo un figlio, famo un ghiro!".

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - Natale a New York è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 15 Dicembre 2006 (Filmauro).
    Le riprese del film si sono svolte in Italia e USA.

    Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

    Roma, Italia
    New York City, New York, USA

    ● ● ●
  • Cinepanettoni: un lungo filone di successi - Quello del cinepanettone è un filone comico di tradizione esclusivamente italiana, che è nato nei primi anni Ottanta con il film Vacanze di Natale, dei Vanzina, e si è consolidato come un vero e proprio franchise a partire dai primi anni Zero. Subito dopo il successo di Sapore di Mare infatti, ai Vanzina fu chiesto di realizzarne una versione 'natalizia', ambientata in una località sciistica come Cortina, e fu così che il primo Vacanze di Natale diede il via ad una lunga tradizione di successo e di grandi incassi ai botteghini. Seguirono Vacanze in America quindi Vacanze di Natale '90 - che diede il via al sodalizio artistico tra Christian De Sica e Massimo Boldi - Vacanze di Natale '91, quindi Anni 90 (parte I e II) S.P.Q.R, Vacanze di Natale 95, i due A spasso nel tempo e Paparazzi.

    Fino alla fine degli anni Novanta quindi, il filone dei cinepanettoni prosegue con titoli che a volte richiamano la natura 'vacanziera' del genere stesso, e con titoli che invece tentano altre strade, allacciandosi alle parodie di altri generi cinematografici o dell'attualità. Dai primi anni Zero invece, il cinepanettone tenta di farsi più "riconoscibile" attraverso una serie di titoli legati al Natale e varie mete vacanziere. Dopo Vacanze di Natale 2000 e Bodyguards infatti, il franchise prosegue con Merry Christmas del 2001, quindi Natale sul Nilo, in India, in Love, a Miami, a New York, in Crociera, a Rio, a Beverly Hills, in Sudafrica e infine fa ritorno a Cortina. Va detto che con il cinepanettone newyorkese si interrompe la collaborazione tra Boldi e De Sica - per divergenze artistiche e personali tra i due attori - mentre con Vacanze di Natale a Cortina si tenta un ritorno alle "origini" del franchise tentando al tempo stesso di puntare tutto su una comicità meno grossolana. Una svolta dovuta al leggero calo di incassi di Natale in Sudafrica.

    Col tempo si è tentato di "replicare" la formula del cinepanettone - ad esempio Boldi ha lanciato una sua serie di commedie pre-natalizie (o post-natalizie, in alcuni casi) dopo il "divorzio" artistico da De Sica - ma il cinepanettone per eccellenza resta quello che vede Christian De Sica alla guida di un cast solitamente composto da attori brillanti più affermati, nuove leve della comicità e bellezze sconosciute o particolarmente note (come Manuela Arcuri, Belen Rodriguez, Megan Gale, Elisabetta Canalis, per citarne alcune) e qualche star internazionale come Luke Perry, Ronn Moss, Carmen Electra. Nel 2009 il franchise è entrato ufficialmente nel Guinness dei Primati per essere il più lungo della storia del cinema, arrivando a battere quello di 007.