Lasciami entrare

2008, Horror

3.8
Lasciami entrare (2008)
Genere
Horror, Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

A Blackeberg, quartiere degradato alla periferia ovest di Stoccolma, il ritrovamento del cadavere completamente dissanguato di un ragazzo segna l'inizio di una lunga scia di morte. Sembrerebbe trattarsi di omicidi rituali, ma anche c'è anche chi pensa all'opera di un serial killer. Mentre nel quartiere si diffonde la paura, il dodicenne Oskar, affascinato dalle imprese dell'assassino, gioisce segretamente sperando che sia finalmente giunta l'ora della rivalsa nei confronti dei bulletti che ogni giorno lo tormentano a scuola. Ma non è l'unica novità nella sua vita, perchè Oskar ha finalmente un'amica, una coetanea che si è appena trasferita nel quartiere. Presto i due ragazzini diventano più che semplici amici. Ma c'è qualcosa di strano in Eli, dal viso smunto, i capelli scuri e i grani occhi. Emana uno strano odore, non ha mai freddo, se salta sembra volare e, soprattutto, esce di casa soltanto la notte...



Nonostante qualche difetto e perdita di ritmo, #Lasciamientrare è un originale e intrigante vampire movie
Perché ci piace
  • L’idea vincente e intrigante di declinare il tradizionale “film di vampiri” in una storia d'amore tra un introverso bambino delle medie e una vampira dall’aspetto di una ragazzina di 12 anni.
  • I due bravissimi giovani interpreti Kåre Hedebrant e Lina Leandersson.
  • L’utilizzo sapiente del gelido e affascinante paesaggio scandinavo, che ha un ruolo centrale nella rappresentazione dell’atmosfera di solitudine dominante la pellicola.
  • L’epilogo sorprendente e violento.
Cosa non va
  • Alcune sequenze appaiono sbrigative o superflue ai fini dello sviluppo narrativo.
  • La parte centrale del film a tratti si dilunga su aspetti poco interessanti, appesantendo la visione e la godibilità del film, cui avrebbe giovato un minutaggio più agile.

Le vostre recensioni