La bella e la bestia - curiosità

1991, Animazione

3.5
Curiosità e citazioni

Citazioni


  • Mamma, c'è una ragazza nel castello! (Chicco)
  • Oh, è tutto inutile. Lei è così bella, e io... beh, guardatemi! (La Bestia)
  • Non è un mostro, Gaston, tu lo sei! (Belle)
  • Che cosa ti succede, Bestia?! Sei troppo buono e gentile per batterti?!? (Gaston)

Curiosità


  • Una nuova collaborazione, 20 anni dopo - Malefica rappresenta la prima collaborazione tra la sceneggiatrice Linda Woolverton e il produttore esecutivo Don Hahn dai tempi de Il re leone (1994). La Woolverton sarebbe stata scelta dalla Disney proprio per la sue esperienza in produzioni animate di successo come La bella e la bestia (1991) e lo stesso Il re leone.

    ● ● ●
  • Date di uscita e riprese - La bella e la bestia è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 02 Dicembre 1992 (Walt Disney Studios Motion Pictures Italia); la data di uscita originale è: 22 Novembre 1991 (USA).
    Le riprese del film si sono svolte nel periodo 01 Luglio 1990 - 01 Novembre 1991 in USA.

    Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

    Walt Disney Feature Animation - 500 S. Buena Vista Street, Burbank, California, USA
    Walt Disney Feature Animation Florida, Walt Disney World, Lake Buena Vista, Florida, USA

    ● ● ●
  • La bella e la bestia tra sequel e serial tv - Del classico targato Disney La bella e la bestia, sono stati realizzati due sequel distribuiti direttamente per il mercato homevideo nel 97 e nel 98, La bella e la bestia: Un magico Natale e Belle's Magical World. In tutti e tre i film, le voci dei protagonisti (nella versione USA) sono di Paige O'Hara e Robby Benson. La fiaba Disney ha anche ispirato un serial televisivo d'animazione

    ● ● ●
  • Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm e Digitale. Proiettato in: 35 mm, 70 mm (IMAX) (riedizione) e 8 mm. Rapporto immagine: 1,66 : 1 - 1,50 : 1 (IMAX) e 1,85 : 1. Colore: a colori (Technicolor). Formato audio: 70mm a 6 tracce, Dolby (35mm) e Sonics-DDP (IMAX). Lingua originale: inglese e francese.

    ● ● ●
  • La Bella, la Bestia e Walt Disney - Dopo il grande successo di Biancaneve e i sette nani, Walt Disney cercava nuove storie da adattare in un film d'animazione una di queste storie era La bella e la bestia, la produzione iniziò alla fine degli anni '30, però venne bloccata perchè non riusciva a trovare un trattamento adatto alla storia, Disney riprovò a riadattare la storia negli anni '50 senza riuscirvi, fu solo dopo il successo de La sirenetta nel 1989 che la Walt Disney Pictures decise di riprovare ad adattare la storia.

    ● ● ●
  • Preservazione di un classico - Nel 2002, il film d'animazione, La bella e la bestia, è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

    ● ● ●
  • Teschi negli occhi - Quando Gaston precipita nel burrone, nel film d'animazione La bella e la bestia, nelle sequenze in cui vengono inquadrati gli occhi del personaggio, si possono scorgere due teschi, che secondo i registi dovevano servire a dare la certezza che il personaggio sarebbe morto, nonostante ciò i due teschi furono cancellati per l'edizione VHS del 1992, ma tali tagli non furono mantenuti per il DVD del film nel 2002 in cui furono reintegrati i due teschi.

    ● ● ●
  • Una voce europea - In principio per la voce della protagonista del film d'animazione La bella e la bestia, si pensò a Jodi Benson, già doppiatrice de La sirenetta, ma in seguito l'idea fu scartata perchè secondo gli autori Belle aveva bisogno di una voce più europea, così il compositore Howard Ashman propose l'attrice Paige O'Hara con cui aveva lavorato in precedenza, per il ruolo della protagonista.

    ● ● ●
  • Voce scartata - Per la voce di Bric, personaggio del film d'animazione La bella e la bestia, si pensò in un primo momento all'attrice Julie Andrews.

    ● ● ●
  • La bella e il gobbo - Nel film d'animazione Il gobbo di Notre Dame, mentre viene cantata la canzone Là fuori si può notare Belle che porta un libro con sè mentre passeggia nella piazza citando una delle prime scene de La bella e la bestia.