Grazia e furore

2011, Documentario

2.0
Grazia e furore (2011)
Genere
Documentario
Durata
Regista

La grazia della danza e il furore della lotta. E viceversa. Cosa lega l'accanimento della boxe thailandese e l'assiduità degli esercizi di danza? Seguendo un pugile e la sua ragazza ballerina, tra la Puglia e la Thailandia, una periferia meridionale e una brulicante metropoli asiatica, il film si abbandona ad una pulsazione costante dove ogni cosa è tenuta insieme dalla destrezza dei corpi e dal calore degli affetti: i figli, la moglie, la madre e soprattutto i due fratelli al centro del documentario, tra i quali esiste una corrispondenza misteriosa e gemellare. In questo esordio, prodotto da Edoardo Winspeare, c'è qualcosa come una idea sconosciuta dell'uso della vita, e di questo pianeta, che economia e politica cercano senza successo da anni. Lo sguardo prensile, il trotto continuo del ritmo e un occhio che non perde e non giudica nulla di ciò che incontra, sembrano proprio quelli di un nuovo autore.

Le vostre recensioni