Fernanda Pivano: A Farewell to Beat

2001, Documentario

0.0
Fernanda Pivano: A Farewell to Beat (2001)
Genere
Documentario
Durata
Regista

Fernanda Pivano aveva meno di trent'anni quando i nazisti la incarcerarono per aver tradotto Addio alle armi. Finita la guerra Ernest Heingway la invitò a Cortina e poi negli Stati Uniti. Cominciava così una lunga vita di passione e tensione letteraria. Dopo Hemingway, Fernanda Pivano "scoprì" Corso, Ferlinghetti, Burroughs, Ginsberg e praticamente tutti gli scrittori significativi del dopoguerra americano. Una vita consumata in quasi sessanta anni di viaggi e incontri, giorni di lavoro frenetico con i "grandi" della letteratura americana e notti scriteriate tra New York, San Francisco, Parigi e Calcutta. Farewell to Beat segue l'ultimo viaggio in America di Fernanda Pivano: si rivedono gli amici, si ripassano le memorie. Per la prima volta a quaranta anni esatti dalla morte, Fernanda Pivano visita la tomba di Hemingway a Ketchum, nell'Idaho. Altri amici, Ginsberg, Kerouac, Corso, sono morti, qualcunno come Ferlinghetti ha resistito. Nuovi amici si sono aggiunti Barry Gifford, Jay McInerney, Bret Easton Ellis per cui "Nanda" è diventata un mito. E' un viaggio intenso e melanconico. Le memorie di una donna, sopravvisuta al suo tempo e ai suoi eroi, si ravvivano alla presenza del paesaggio naturale ed urbano dei grandi spazi americani, Ogni passo, ogni sguardo rivela l'inesausta fede nel potere della poesia e della letteratura.

Le vostre recensioni