Cinema Universale d'Essai

2008, Documentario

0.0
Cinema Universale d'Essai (2008)
Genere
Documentario
Durata
Regista
Uscita ITA

Tra film di culto, urla verso lo schermo, fumo e vespini in sala, il cinema Universale è stato un luogo unico per la Firenze degli anni 70 e 80. Il film diventava una partitura su cui improvvisare collettivamente, interagendoci con battute, facendolo diventare proprio e rispecchiando in esso sogni e ambizioni delle diverse generazioni che si succedevano sulle stesse poltroncine di legno. Non'un improvvisazione jazz: piuttosto un atmosfera più psichedelica (o per alcuni punk) punteggiata spesso da alcol e hashish. Ne nasce un viaggio in una storia del cinema molto particolare: quella che per almeno tre decenni ha caratterizzato l'identità di una città: dal cinema di quartiere degli anni '60, alla fase di contestazione politica intorno al '77 che intonava cori e slogan su "Sacco e Vanzetti" o "Fragole e sangue", fino ai film cult degli anni 80 equamente divisi tra calcio, droga e musica, ma anche tra piccioni che volano in sala durante "Birdy", e una vespa che sfreccia sotto lo schermo. Una storia raccontata dalla viva voce di quella molteplice umanità che ha frequentato quella sala, dai "ragazzi di San Frediano" e del Pignone, eredi diretti dei personaggi di Pratolini, a intellettuali, musicisti, politici giornalisti e artisti: tutti pronti a reinterpretare coralmente la storia di un cinema libero.

Le vostre recensioni