Under the Dome: commento all'episodio 2x11 Black Ice

Dopo la perdita dell'uovo e il terremoto che è seguito, i cittadini di Chester's Mill affrontano una gelida ondata di freddo che mette in grave pericolo la vita di Julia.

Under the Dome: commento all'episodio 2x11 Black...

Il Plot

Under the Dome

2013 - 2015 – Fantascienza
3.1 3.1

In Black Ice vediamo i nostri domers affrontare un'altra potenziale catastrofe, stavolta collegata a un devastante calo delle temperature. Barbie e Julia spiegano come il portale magico per Zenith sia sparito dopo che Big Jim ha lanciato l'uovo nell'abisso, causando indirettamente la morte di DJ Phil, che si è lanciato nel vuoto convinto di andare incontro alla libertà. Barbie è a dir poco furioso con Jim, lo stesso vale per Pauline che gliene dice di tutti i colori, ma Jim fa spallucce come al solito e afferma che è stato un errore commesso in buona fede.

L'ospedale è fuori uso a causa del terremoto e per soccorrere i feriti e affrontare l'ondata di freddo Rebecca la Prof di Scienze organizza un centro di triage nel liceo, in maniera efficiente e metodica, ma il carburante sta per finire e il cibo scarseggia. Julia e Barbie si recano al Briar Rose con l'ambulanza per prelevare scorte alimentari, mentre Jim va in cerca di benzina per il generatore. Melanie intanto sta sempre peggio perchè ogni volta che gli Uomini in Nero (o meglio in bianco viste le tute anti-radiazioni) toccano l'uovo, la ragazza viene presa da convulsioni. Joe, Norrie e Hunter sono andati a controllare la cupola per vedere che effetti ci sono stati dopo il volo dell'uovo nell'abisso. La cupola in effetti si sta comportando in maniera più bizzarra del solito, ruotando su sé stessa, e secondo Rebecca questa potrebbe essere la causa del rapido calo di temperature - una spiegazione "scientifica" sull'alta atmosfera e le pressioni barometriche che ci sembra poco plausibile.

Under the Dome: Dean Norris nell'episodio Black Ice

Sulla via per il Briar Rose, Julia si accorge che Barbie è depresso e amareggiato e cerca di consolarlo, ma i due sono interrotti rudemente da una slittata sul ghiaccio che manda il veicolo fuori strada e causa una grave ferita a Julia, che rimane bloccata per via di un pezzo di metallo nella gamba. La soluzione migliore è rimanere nell'ambulanza e aspettare per i soccorsi secondo Dale, ma i suoi piani vanno all'aria quando le temperature scendono a tal punto che i vetri del mezzo si spaccano, lasciandoli alle intemperie. A questo punto Barbie decide che il metodo migliore per rimuovere il ferro è mandare Julia in coma da ipotermia, così che il cuore rallenti e il rischio di morire dissanguata diminuisca. Inutile dire che nonostante si tratti di un'idea pazzesca, Julia riesce a cavarsela. Jim, a caccia di carburante, finisce al lago per cercare taniche di benzina sulle barche ormeggiate e s'imbatte in Lyle, che sta annaspando nelle acque ricoperte di ghiaccio. Il barbiere continua a vaneggiare sulla fine del mondo e su "meravigliose" fiamme che circonderanno tutti di qui a breve. Forse dopo il clima artico subentrerà quello desertico...

Per concludere Joe usa il suo cervello da Presidente del Club di Robotica per indagare su Hunter, di cui si fida poco e finalmente scopre la verità sull'hacker, che confessa di essere una spia - involontaria - al soldo di Papà Barbie. Subito dopo i tre ragazzi assistono a un nuovo, spaventoso, fenomeno: la cupola comincia a rimpicciolirsi minacciando di schiacciare Chester's Mill come un buco nero.

Cosa ci è piaciuto

We're all stuck here because of how much you love me!

L'atteggiamento impenitente di Big Jim continua a essere fantastico: non importa che il suo gesto sconsiderato ha probabilmente segnato la condanna a morte di tutti - i restanti - abitanti di Chesetr's Mill, quei cittadini che ha citato tante volte come motivazione per le sue azioni, no, quello che importa è che l'ha fatto per "amore". Fortunatamente ci ha pensato Pauline a sbattergli in faccia la verità "le tue buone intenzioni non producono dei buoni risultati, la verità è che tu vuoi fare l'eroe e questo non è amore è narcisismo".

Under the Dome: Colin Ford, Mackenzie Lintz e Karla Crome nell'episodio Black Ice

Rebecca continua a essere il personaggio più coerente e razionale, nonostante sia usata dagli autori per spiattellare improbabili teorie scientifiche sul perchè la cupola fa quello che fa di settimana in settimana. Joe si è finalmente ricordato di avere un cervello che funziona e ha smesso di pregare all'altare del domeismo, indagando su Hunter e sulle sue vere motivazioni. Per il momento sembra aver creduto alle sue spiegazioni - noi per niente - sul fatto che è stato "costretto" a fare da spia per conto di Papà Barbie, pena la galera. Vedremo come proseguiranno le cose tra di loro. Un'altra nota di merito va a Junior, che svela al padre di essere stato al corrente della verità sulla morte di sua madre già da tempo: "perchè credi non te l'abbia detto?", la risposta è ovvia noi tutti che conosciamo il caro Jim Rennie.

Contenuto pubblicitario

Cosa non ci è piaciuto

Il piano di Barbie di sfruttare l'ipotermia per rallentare la perdita di sangue va contro ogni buon senso, logica e raziocinio: questa manovra è già estremamente pericolosa fatta in un'ambiente ospedaliero dove ci sono gli strumenti e i medici in grado di controllare i gravi effetti dell'ipotermia (decine di stagioni di E.R. - Medici in prima linea, Chicago hope e Grey's Anatomy saranno servite a qualcosa), messa in pratica così è una garanzia di fallimento.

Inoltre rimuovere un corpo estraneo da una ferita del genere causa sempre una forte emorragia - e non sapendo se l'arteria era stata colpita o meno il rischio era ancora più alto - non sarebbe stato più sicuro trasportare Julia con la barrella dell'ambulanza al Briar Rose, aspettare il sorgere del sole e chiedere l'aiuto di Sam? La risposta è si, ma sicuramente meno drammatico che vedere Barbie scongiurare il cuore di Julia di tornare a battere per lui. Melanie e Pauline ci hanno messo una manciata di secondi per chiarirsi e fare pace proprio come le amiche del cuore che sono sempre state; certo, noi al posto di Melanie saremmo un po' meno caritatevoli con chi è stato causa della nostra morte... Inspiegabilmente le temperature glaciali sono scomparse con il sorgere del sole, senza motivo apparente.

Vedere l'uovo fare le bizze ogni volta che qualcuno cerca di agguantarlo suscita una grande ilarità, specie considerato che ci sarebbero almeno un paio di metodi alternativi per prelevare una fonte di energia aliena senza usare delle banali pinze.

Best quote

Big Jim "Lyle is back from his travels through space and time..."

What's next

Dopo un inverno lampo la cupola ha ben altro in mente per i suoi domers, infatti al termine dell'episodio vediamo che ha cominciato a "restringersi". Dubitiamo che ci verrà fornita una spiegazione scientifica per questa nuova configurazione, probabilmente passeremo nuovamente al domeismo imperante, dove tutto ciò che accade, succede per la cupola "vuole così".

Conclusioni

La seconda stagione di Under the Dome volge al termine e non si vede l'ombra di risposta all'orizzonte. Invece dell'ennesimo problem-of-the-week, sarebbe stato meglio avviare l'arco narrativo finale, onde evitare una mezza esposizione raffazzonata nell'ultimo episodio, o peggio un cliffhanger come quello della prima stagione.

Sonja Della Ragione
Redattore
2.5 2.5
Privacy Policy