Per una notte d'amore (MINISERIE TV IN 2 PARTI)

2008, Drammatico

Recensione Per una notte d'amore (2008)

L'ambientazione in un piccolo borgo toscano e un sentito attaccamento alla tradizione donano a 'Per una notte d'amore' un fascino speciale.

Maria Vittoria Galeazzi

Una moderna favola rosa

Una coppia di bellissimi attori per una storia romantica che appassiona, commuove e fa anche sorridere. Vanessa Hessler e Roberto Farnesi sono i protagonisti del nuovo film tv Per una notte d'amore, diretto da Vittorio Sindoni, in onda in due puntate domenica 20 aprile e lunedì 21 nella prima serata di Raiuno.

La storia è una favola moderna che vede sbocciare un'amore in una notte romana tra la cubista di una discoteca, Georgia (Hessler), e un giovane studente universitario toscano, Niccolò (Mirko Batoni). La mattina dopo il loro magico incontro, l'idillio amoroso è però sconvolto da un tragico incidente nel quale il povero ragazzo perde la vita. La ballerina, credendo di essere stata sedotta e abbandonata, rimane profondamente delusa ma si mette comunque alla sua ricerca dell'amante sparito, soprattutto quando scopre di essere rimasta incinta.
Georgia nasconde un passato doloroso, vittima segreta degli abusi del patrigno, decide quindi di tenere il bambino che è stato frutto di un sentimento puro e sincero. Quando però la ragazza rintraccia l'indirizzo di Niccolò e parte per la Toscana, trova ad attenderla una famiglia miliardaria, proprietaria di una famosa fabbrica di ceramiche d'arte, che l'accoglie come una ricattatrice che vuole approfittare dell'eredità del loro giovane parente scomparso.
Georgia dovrà lottare per i diritti del suo bambino anche se da sola e con un intero paese armato di pregiudizi e schierato contro di lei. Solo un uomo l'aiuterà e le darà fiducia, Annibale (Paolo Lombardi), un ceramista da anni al servizio della ricca famiglia Natali. La simpatia e la bontà d'animo di quest'uomo sono legate anche alla sua speranza che il bambino riporti nel paese una possibilità di salvare la storica fabbrica artigianale dal diventare un piastrellificio meccanizzato. La famiglia Natali vede infatti come capostipite il fratello maggiore di Niccolò, Alessio (Farnesi), che insieme alla nonna Elvira (Isa Barzizza) ha la quota maggioritaria di azioni dell'azienda e quindi la facoltà di decidere del suo futuro. È proprio lui la persona che più si oppone alla presenza di Georgia, forse incattivito dalle tante difficoltà che ha dovuto affrontare nella vita, l'affascinante imprenditore indaga sul passato della bella cubista cercando di scovare un neo nella sua immacolata apparenza. Purtroppo la ragazza finisce per diventare quasi una sua ossessione perché, al di là delle sue aspettative, si dimostra davvero una persona onesta, leale e di una dolcezza senza paragoni.
Chissà se Georgia riuscirà a portare a termire la sua gravidanza e a proteggere il futuro del suo piccolo in arrivo. Chissà se Alessio si convincerà della sua sincerità e fino a che punto si spingerà il suo attaccamento a lei.

Per una notte d'amore porta sugli schermi un'attrice esordiente affidandogli il suo primo ruolo drammatico. La Hessler, indiscussa bellezza da copertina, è da poco apparsa come protagonista femminile nel colossal francese Asterix alle Olimpiadi, accanto a Gerard Depardieu e Alain Delon, e si trova ora ad affrontare una difficile sfida attoriale che crediamo abbia superato con successo. Sarà il pubblico italiano a giudicare se la modella affiancherà bene l'ex-carabiniere Roberto Farnesi e reggerà il confronto con presenze del grande teatro come Isa Barzizza.
L'ambientazione in un piccolo borgo toscano nella provincia di Arezzo e l'inserimento nella storia di un sentito attaccamento alla tradizione donano alla fiction un fascino speciale e un'opportunità da parte del pubblico di riconoscersi nella storia e divertirsi di fronte alla macchiettistica ironia toscana a cui va il maggior plauso.

Recensione Per una notte d'amore (2008)
Privacy Policy