Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 4

Eccoci giunti alla quarta e penultima parte della nostra esplorazione del cinema stelle e strisce degli anni Novanta attraverso momenti cult e scene memorabili.

Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del...

Continua il nostro viaggio nel cinema americano degli anni '90 attraverso le scene che hanno fotografato e conquistato l'immaginario collettivo. Questa volta esaminiamo le posizioni che vanno dalla 20 alla 11, compiendo così un ultimo passo verso la top 10 che sveleremo la prossima settimana.

John Goodman ne Il grande Lebowski

Questa quarta parte del nostro viaggio ci conduce alla (ri)scoperta di tanti momenti memorabili della storia del cinema e non solo del decennio che abbiamo preso in oggetto; basti pensare che tra i nomi in ballo ci sono quelli di Steven Spielberg, David Fincher, Richard Linklater, Quentin Tarantino, Tim Burton e dei fratelli Coen. Se, come noi, siete cresciuti al cinema negli anni '90, vi aspetta un emozionante tuffo nel passato. Buon divertimento!

Top 50 Anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 1
Top 50 Anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 2
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 3
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 4
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 5

Leggi anche: Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA

Morgan Freeman e Brad Pitt in una immagine di SEVEN

20. Prima dell'alba

Julie Delpy ed Ethan Hawke in una scena del film 'Prima dell'alba' (1995)

Al tavolo di un caffè Céline e Jesse, che fino a quel momento della loro magica notte viennese si erano prodotti in riflessioni profonde e conversazioni sofisticate, scherzi e battute, cercando di ammaliarsi e schermirsi vicendevolmente senza però rivelarsi davvero l'una all'altro, trovano d'un tratto la chiave giusta per confessare non solo le ragioni che li hanno portati a trascorrere insieme quella manciata di ore rubate, ma anche la propria vera essenza, la propria fragilità. Julie Delpy e Ethan Hawke, vibranti e autentici, dimostrano in questa scena quale dominio avessero già allora dei personaggi che li avrebbero accompagnati per diciotto anni, con i successivi Before Sunset - Prima del tramonto e Before Midnight.

Leggi anche: Dalla Trilogia a Boyhood: il ritmo della vita nel cinema di Linklater

19. Braveheart - cuore impavido

#100AnniFox: Mel Gibson in una foto scattata sul set

Non era certo difficile immaginare come si sarebbe conclusa la vicenda narrata in Braveheart, considerata la sorte ben nota del suo protagonista, l'eroe nazionale scozzese William Wallace. Mel Gibson tuttavia, senza edulcorare la violenza di una sanguinosa esecuzione, riesce a confezionare un'uscita di scena dallo straordinario impatto emotivo che rappresenta un indimenticabile omaggio a William Wallace e a chiunque abbia lottato per la libertà degli individui e dei popoli nella storia di questa misera umanità. Chi ha visto il film premio Oscar di Gibson, difficilmente si sarà scordato questa scena.

18. Edward mani di forbice

Johnny Depp e Winona Ryder in una toccante scena del film Edward mani di forbice

La meravigliosa fiaba di Tim Burton che ha visto Johnny Depp incarnare il più romantico e commovente dei suoi eroi non lesina momenti emozionanti, ma ad esserci rimasta nel cuore per la sua grazia fuori dal comune è la scena in cui, mentre Edward scolpisce un angelo di ghiaccio, Kim/Winona Ryder danza nel turbinare dei frammenti.
Le note della "Ice Dance" di Danny Elfman regalano un'atmosfera sognante a questa scena che illustra il cuore tematico del film: la delicatezza e la poesia con cui il freak Edward è in grado di toccare le vite degli altri.

Leggi anche: Le 10 migliori performance nel cinema di Tim Burton

17. Scream

Drew Barrymore nella celebre sequenza iniziale di Scream

A rendere particolarmente significativa la sequenza iniziale di Scream sono molti elementi, non ultimo il fatto che il film si apre con un'attrice di un certo calibro e prestigio come Drew Barrymore, che avrebbe tutte le carte in regola per essere la protagonista di un film horror di primo piano come quello di Wes Craven... per poi eliminarla dopo pochi minuti. Alle prese con gli indovinelli e il sadismo del suo tormentatore telefonico, Drew si mette d'impegno per fare di quei pochi minuti una delle cose migliori del film.

Leggi anche: I 10 momenti migliori della saga di Scream

16. Clerks - commessi

Per quanto, negli anni, il cinema di Kevin Smith abbia perso molto del suo brio e della sua forza eversiva, noi continuiamo a essergli grati per la gioia cinefila che ci regalò nel 1994 con Clerks. Impossibile lasciare il cinema senza le mascelle dolenti per le risate grazie a questa pellicola che, oltre che esilarante, è anche il malinconico ritratto di una generazione di giovani americani simpatici e spiantati. La scena indimenticabile? La scelta è difficile, ma a Piccolo Pippo cucciolo eroico e alla colossale maducazione (e conoscenza enciclopedica del mondo del porno) di Randal Graves non si comanda.

Contenuto pubblicitario

15. Codice d'onore

Codice d'onore: il momento più memorabile del film con Jack Nicholson al banco dei testimoni

In un caso come quello del lavoro di Rob Reiner scritto da Aaron Sorkin, c'è una convergenza pressoché assoluta tra la scena di culto e il film. Considerato un ottimo e anche piuttosto originale legal drama, Codice d'onore diventa leggenda quando Jack Nicholson sale sul banco dei testimoni per il confronto tra il colonnello Jessep e il tenente Kaffee, avvocato militare interpretato da Tom Cruise. La scena del serratissimo interrogatorio durante il quale Kaffee riesce a far cadere "in trappola" l'ufficiale è la dimostrazione di quello che può fare un grandissimo attore con poche battute, e il suggello ideale della carriera impareggiabile di Nicholson.

14. Il grande Lebowski

John Turturro ne Il grande Lebowski

Forse la più difficile gatta da pelare di questa infornata di classici anni '90. Come fare a scegliere una sola scena memorabile per un film che è praticamente memorabile dall'inizio alla fine, la sublimazione del cult? Ma siccome non stiamo giocando a bowling contro Walter Sobchak, possiamo barare; ne scegliamo una e ne menzioniamo altre tre: l'entrata in scena del perfido Jesus/ John Turturro, le escandescenze di Walter/ John Goodman quando il povero Smokey supera la linea, e il volo di Maude/ Julianne Moore. Per la selezione "ufficiale", eccovi il trailer di Gutterballs, il magnifico trailer del film immaginario che nasce dal connubio tra droga e bowling della mente del Drugo.

Leggi anche: 15 motivi che rendono Il grande Lebowski il vero cult degli anni '90

13. Salvate il soldato Ryan

Salvate il soldato Ryan: una scena del film di Steven Spielberg

Uno dei momenti più alti del cinema di Steven Spielberg, la sequenza iniziale di Salvate il soldato Ryan è frutto di un immenso sforzo tecnico, umano e filologico volto ad investire lo spettatore con lo stordimento, il terrore e la scarica di adrenalina causati da un'esperienza come quella dello sbarco in Normandia delle truppe americane il fatidico 6 giugno del 1944.
Al fine di ottenere quello che voleva per le straordinarie sequenze del D-Day, girate su una spiaggia irlandese, Spielberg impiegò oltre due mesi di riprese. Ma ne è valsa la pena, voi che dite?

Leggi anche: Buon compleanno Tom Hanks: 10 ruoli simbolo per l'eroe della porta accanto

12. Le iene

Le Iene: Michael Madsen nei panni di Mr. Blonde in un momento del film

Un altro film caratterizzato da una cornucopia di sequenze cult è il film d'esordio di Quentin Tarantino, Reservoir Dogs, in cui l'enfant prodige del Tennessee mette insieme un'irresistibile, elegantissima e sboccata banda di gangster.
Tra vulcaniche scene dialogiche e sparatorie assortite, a colpire più duro, fino a diventare una delle scene più rappresentative del cinema di Tarantino, è la sequenza della tortura di Michael Madsen/Mr. Blonde ai danni di un giovane agente di polizia sulle note di Stuck in the Middle with You degli Stealers Wheel.

Leggi anche: Da Le iene a The Hateful Eight: la violenza nel cinema di Quentin Tarantino

11. Seven

Brad Pitt in una scena drammatica di SEVEN

Si è parlato in lungo e in largo del finale di Seven, così integrale all'ordito del film; sembra però è che la New Line fece di tutto per avere una conclusione diversa per la sfida tra i detective Somerset e Mills e il serial killer John Doe, e ciò che seguì fu una sorta di braccio di ferro vinto dal regista con il sostegno di Morgan Freeman e Brad Pitt, che minacciarono di abbandonare il progetto se non si ripristinava il finale originario. Quel finale che rende nichilisticamente perfetto il cupo e maestoso thriller di David Fincher, e ha rappresentato una brutale, definitiva perdita dell'innocenza per tutti noi.

Leggi anche: I 20 anni di Seven: 7 ingredienti per un cult da brivido

Top 50 Anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 1
Top 50 Anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 2
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 3
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 4
Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 5

Leggi anche: Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA

Top 50 anni '90: i nostri film e momenti cult del cinema USA - Parte 1
Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA - parte 1
Privacy Policy