The Young Pope: il DVD del capolavoro di Paolo Sorrentino e i segreti del cofanetto

La serie TV diretta dal regista premio Oscar, è arrivata in homevideo con un'elegante confezione slipcase a quattro dischi. Analizziamo nei dettagli la confezione, la qualità audio-video e le due ore di extra con un documentario da non perdere.

Giovane, bello, sfuggente, enigmatico: è il primo Papa americano, ma soprattutto è il Papa creato da Paolo Sorrentino, che con The Young Pope ha sfornato una serie tv che ha rivoluzionato il linguaggio delle serie tv in Italia, conquistando il pubblico e la critica internazionale. Il papa di The Young Pope ha il volto di uno straordinario Jude Law: è lui Lenny Belardo, alias Pio XIII, che sembrerebbe il risultato di una strategia mediatica semplice ed efficace del collegio cardinalizio. Ma dopo l'elezione Belardo spiazza tutti: è misterioso e contraddittorio, scaltro e ingenuo, ironico e spietato, antico e moderno allo stesso tempo. Travolto dai dubbi ma anche da un'estrema risoluzione, Pio XIII cerca di dare un senso ai sentimenti opposti che convivono dentro di lui, mentre deve gestire un enorme potere.

The Young Pope: Jude Law in una scena della serie

Le affascinanti atmosfere regalate da un Paolo Sorrentino ancora una volta eccezionale,condite da dialoghi brillanti e ironici, sono valorizzate da un cast strepitoso che forma un gruppo di personaggi indimenticabili e popola un Vaticano misterioso e sfuggente. Innanzitutto c'è Diane Keaton nei panni di Suor Mary, ovvero la donna che lo ha accolto in orfanotrofio e lo ha cresciuto. E quindi Silvio Orlando che interpreta il cardinale Voiello, abile manipolatore e gestore del potere in Vaticano, ma completamente spiazzato dall'atteggiamento del nuovo Papa. E poi ancora Scott Shepherd, Javier Cámara, James Cromwell, Toni Bertorelli e Cécile De France.

Il DVD in un'elegante slipcase: 4 dischi per 10 episodi e 2 ore di extra

La cover del DVD di The Young Pope

Una serie tv di tale importanza e bellezza non poteva che essere attesissima anche in homevideo. E si può dire che l'attesa per l'uscita è stata ripagata dall'ottimo prodotto targato 20th Century Fox Home Entertainment e distribuito da Warner, che riesce con grande efficacia a portare nel formato casalingo tutte le emozioni già vissute davanti alla tv, lungo i dieci episodi. Ricordando che The Young Pope è disponibile anche in blu-ray alta definizione, noi andiamo invece ad analizzare e a prendere in esame l'edizione DVD. Un cofanetto esteticamente elegante, con una solida e robusta confezione slipcase e un rigido cartonato ad avvolgere l'amaray contenente quattro dischi, disposti in coppia uno sovrapposto all'altro sui due lati interni. I primi tre dischi contengono tre episodi ciascuno, mentre il quarto, oltre all'episodio conclusivo, contiene anche i numerosi contenuti speciali.

Il video e quelle suggestive penombre del Vaticano

The Young Pope:

Riguardo al video, va subito premesso che The Young Pope è una serie tv fotografata in modo molto particolare, con filtri di diversa gradazione e tanti elementi in penombra, una scelta con la quale Paolo Sorrentino ha voluto dare un preciso look alle vicende vaticane. Un video dunque già difficile da riprodurre per l'encoder, che ovviamente nel caso di DVD e considerando tutti i limiti di questo standard, risulta ancora più problematico. Alla fine comunque il lavoro effettuato è eccellente, pur ribadendo che non si può andare oltre i limiti del formato. Che pertanto il quadro non sia incisivo e il dettaglio non possa essere granitico, questo è già appurato considerando la fotografia dai toni molto soft e super morbidi che richiamano atmosfere surreali e si traducono in immagini non nitidissime.

The Young Pope: Ludivine Sagnier in una scena

Le tante scene più scure o quelle nelle quali emergono tanti giochi di ombre, sembrano immerse nell'ambra, con patine rossastre e marroni nelle quali ovviamente il dettaglio fatica ad emergere. Però il quadro rimane compatto e le atmosfere sono indubbiamente suggestive e affascinanti, segno che il video fa comunque il suo dovere. Nelle scene più luminose affiora anche un dettaglio molto buono, non solo sugli incarnati ma anche sugli abiti di papa e cardinali e nelle ambientazioni vaticane. Un po' più morbidi sembrano gli effetti digitali, ma l'integrazione risulta comunque fluida. Nelle panoramiche di Roma invece affiorano inevitabili seghettature, aliasing e sgranature che sono quasi fisiologiche e sono contenute in un limite accettabile. Se il croma nelle scene citate è un po' smorzato, in altre esplode nel rosso degli abiti cardinalizi o in altri elementi particolarmente vivaci. Sempre buona la tenuta del nero, solido e compatto.

L'audio: come valorizzare ambienti ovattati e colonna sonora

The Young Pope:

The Young Pope è stato girato in inglese per cui è naturale che per apprezzare al meglio le interpretazioni la traccia originale è la più adatta. Ma è presente ovviamente anche la traccia italiana, anch'essa con un dolby digital 5.1 piuttosto vivace e piacevole, attento a catturare i minimi rumori degli ovattati ambienti vaticani, ma anche a ruggire quando c'è la folla radunata in piazza San Pietro. E soprattutto si valorizza in modo adeguato la colonna sonora curata da Lele Marchitelli, che accompagna alla perfezione l'alternarsi delle scene e grazie a bassi sottili eppure robusti, contribuisce a creare un'atmosfera maestosa ed emozionante. La separazione dei canali è curata, l'apporto dell'asse posteriore importante, soprattutto in alcune scene, ma anche il sub quando è il momento ha il suo lavoro da fare. Certo la spinta complessiva non può essere quella di una traccia lossless, presente invece sul blu-ray, ma nonostante potenza e impatto non siano al top, il coinvolgimento è buono e, grazie alla qualità della serie, si riesce comunque a rimanere stregati da rumori e suoni abbinati alle immagini.

Due ore di extra e un making of che è un gioiello

Locandina di The Young Pope
Totale 8
Video 7.5
Audio 8
Extra 8.5

Dove il cofanetto di The Young Pope fa un ulteriore salto di qualità, è nei contenuti speciali. Già per una serie tv non è scontato trovare tanto materiale, in genere poi quando si tratta di un prodotto italiano gli extra di solito non abbondano. Qui invece si sono fatte le cose per bene con due ore di contributi e un vero gioiello, ovvero il Making of di ben 57 minuti, ovvero il documentario del dietro le quinte diretto da Fabio Mollo e trasmesso anche da Sky. Alternando con cura interviste ai protagonisti (dai produttori al regista, dal cast a elementi della troupe) a immagini sul set, si riesce a creare davvero un prodotto interessante e godibile, che aiuta ad approfondire i significati e anche la lavorazione di The Young Pope.

The Young Pope: Jude Law sul set della serie

Ad esempio si scopre l'incredibile lavoro scenografico per la ricostruzione della Cappella Sistina e di altre ambientazioni, la cura per i costumi, le varie location in giro per il mondo alternate ad alcuni effetti speciali. E ancora il ruolo degli attori. La chicca comunque sono i tanti momenti davvero suggestivi delle riprese sul set, con tutti al lavoro. Gli altri contributi. di stampo più promozionale, a tratti sono un po' ripetitivi e ripropongono qualche tema del making of, ma sono comunque interessanti. Troviamo Speciale: La Serie (15'), che sempre attraverso interviste e immagini parla più nello specifico della storia e delle caratteristiche dei personaggi. A seguire Speciale: dietro le quinte (15'), che svela alcuni retroscena della lavorazione e in particolare di alcuni riprese. A chiudere troviamo una sezione Personaggi dalla durata complessiva di quasi 30 minuti: in pratica delle pillole, delle minifeaturette, di approfondimento su otto personaggi (Carrdinale Voiello, Suor Mary, Cardinale Spencer, Sofia, Lenny Belardo - Pio XIII, Monsignor Gutierrez, Esther e Cardinale Dussolier) e una sul tema La fede, il dubbio.

The Young Pope: il DVD del capolavoro di Paolo...
Cinquanta sfumature di bianco: The Young Pope visto da un seminarista
The Young Pope un'eccezione? Che futuro per la serialità italiana?
Privacy Policy