The Last Man on Earth

2015 - ....

The Last Man on Earth, stagione 2: Meglio soli che male accompagnati

Il nostro commento alla premiere della seconda stagione della commedia post-apocalittica creata da Will Forte.

Nuovo inizio

Dopo essere stato abbandonato al suo destino dai suoi compagni di sventura, Phil Miller è stato raggiunto dall'ex-moglie Carol, disposta a dargli una seconda chance. Oggi sono di nuovo sposati, e hanno fatto il giro degli Stati Uniti, fermandosi dove gli capitava (anche alla Casa Bianca). Tutto a posto, dunque?

The Last Man on Earth: Will Forte e Kristen Schaal sono Phil e Carol in Is There Anybody Out There?

Non proprio, perché Carol sente la mancanza degli altri, e vuole quindi tornare a Tucson, nonostante le obiezioni di Phil. Per finire, i due si rimettono in viaggio verso il luogo dove tutto ebbe inizio, ma le cose non vanno come previsto. Nel frattempo, in orbita intorno alla Terra, il fratello astronauta di Phil cerca di mettersi in contatto con la base a Houston, senza successo...

Ritorno alle origini

Partendo da una premessa solida ed intrigante, la prima stagione di The Last Man on Earth aveva rischiato di annacquare la propria promessa scivolando rapidamente in una certa schematicità, continuando ad allargare il cast e affidandosi spesso al finale a sorpresa. Fino ad arrivare ad un epilogo che sostanzialmente resettava il tutto, riducendo di nuovo il cast principale a soli due interpreti - Will Forte e Kristen Schaal - e regalandoci un colpo di scena davvero inaspettato ed interessante: l'esistenza - accennata ma mai approfondita - del fratello di Phil, interpretato da un vecchio sodale/amico di Forte, Jason Sudeikis.

The Last Man on Earth: il protagonista Will Forte in Is There Anybody Out There?

L'operazione funziona egregiamente, poiché l'alchimia tra Forte e Schaal, oltre a regalare grasse risate, mette anche in evidenza la tragedia di due individui fondamentalmente soli che si ritrovano insieme puramente per necessità, poiché per molti versi sono assolutamente incompatibili. Forte, in particolare, continua a brillare nei panni di un uomo amabilmente detestabile, a cui si contrappone l'insopportabilmente adorabile Schaal, creando un duo che, già nei primi venti minuti della nuova stagione, ci ha saputo offrire una delle immagini catodiche più belle dell'anno: Phil e Carol, apparentemente felici, immersi nella loro piscina a base di cocktail all'interno della Stanza Ovale. E quando, a fine episodio, si ritrovano separati, la tristezza di fondo che caratterizza la serie torna a farsi sentire in modo sottilmente toccante.

The Last Man in Space

Jason Sudeikis in Horrible Bosses

Viene anche replicata, in parte, la struttura del pilot, dove si vedeva (quasi) solo Phil, con la nuova storyline spaziale. Laddove l'ultimo uomo sulla Terra comunicava con diversi palloni, suo fratello interagisce con due vermi, entrambi moribondi. Qui ritroviamo Sudeikis, solitamente impegnato in ruoli molto sboccati (Come ammazzare il capo... e vivere felici!, Come ti spaccio la famiglia), alle prese con una parte più delicata e matura, dove il suo carisma naturale è accompagnato non da battute scurrili, ma da una vena di malinconia che rafforza l'anima tragicomica della serie. Anche perché, vista la location, difficilmente l'altro Miller si imbatterà in qualcun altro...

What's Next

The Last Man on Earth: January Jones nell'episodio Sweet Melissa

Le due storyline principali dovrebbero procedere più o meno in parallelo, con una netta preferenza per le nuove disavventure di Phil e Carol (dato che Sudeikis, impegnato su altri set, apparirà in modo più saltuario). Per quanto concerne January Jones e il resto del cast espanso della prima stagione, dovremmo rivederli almeno una volta, ma senza ruoli maggiori a lungo termine. Infine, sarebbe auspicabile, magari ai fini di realizzare un episodio un po' "fuori formato", sapere qualcosa di più sul virus che ha sterminato la razza umana.

The Last Man on Earth, stagione 2: Meglio soli...
Max Borg
Redattore
4.5 4.5
The Last Man on Earth: La prima stagione si chiude con un susseguirsi di conferme e sorprese
Le 25 nuove serie più attese della stagione 2015/2016
Privacy Policy