The Flash, stagione 2: Squadra che vince non si cambia

L'uomo più veloce del mondo torna sugli schermi per un secondo ciclo di episodi che si preannuncia sempre più ambizioso.

The Flash, stagione 2: Squadra che vince non si...
The Flash: una scena della premiere della stagione 2

Sono passati sei mesi dalla sconfitta di Reverse-Flash e l'apparizione del portale che rischiò di distruggere Central City. Scopriamo che Barry ha iniziato a lavorare da solo, roso dai sensi di colpa per non essere riuscito a salvare Ronnie Raymond mentre chiudevano il portale. Inoltre, Caitlin ha accettato un nuovo impiego, mentre Cisco aiuta Joe a indagare sui metaumani. Ma una nuova minaccia - e il testamento di Harrison Wells - finirà per riunire la squadra...

Sempre di corsa

È piuttosto notevole fino a dove si sia spinto The Flash già nell'arco di una sola stagione. Laddove Smallville ci mise quasi cinque anni prima di scavare a fondo nella mitologia legata a Superman e Arrow ha dovuto aspettare l'inizio della quarta stagione per dare al suo protagonista il nome Green Arrow, la serie dedicata a Barry Allen ha introdotto, già solo nei primi 23 episodi, praticamente tutti i cattivi più importanti (compreso Gorilla Grodd, un risultato non da poco visto il budget per gli effetti speciali), la Forza di Velocità, i viaggi nel tempo e, di sfuggita, le dimensioni parallele. In altre parole, la serie ha sfruttato appieno il proprio potenziale fin da subito, senza "vergognarsi" del suo essere un adattamento di un fumetto di supereroi.

The Flash: Caitlin (Danielle Panabaker) e Ronnie (Robbie Amell) in una scena di The Nuclear Man

Per questo motivo dispiace un po' vedere gli sceneggiatori che fanno un parziale passo indietro ad inizio episodio, riciclando uno dei cliché di Arrow - l'eroe che si allontana per redimersi - e facendo morire di nuovo il povero Ronnie, il che spiega perché solo Victor Garber (che interpreta Martin Stein, l'altra metà di Firestorm) faccia per ora parte del cast dell'imminente Legends of Tomorrow, senza la partecipazione di Robbie Amell. Peccato che, per ora, questa decisione non abbia su di noi lo stesso effetto che ha avuto sui personaggi della serie, poiché - in parte per via del fatto che già lo scorso anno Ronnie era stato dato per morto - ci aspettiamo di rivederlo prima o poi in azione. Se non lui, almeno una variante proveniente da un'altra dimensione.

Terra-2

The Flash: Danielle Panabaker, Carlos Valdes, Robbie Amell, Victor Garber e Grant Gustin in Fast Enough

Ed è proprio la sottotrama interdimensionale ad impreziosire The Man Who Saved Central City, in quanto preludio a quella che presumibilmente sarà la trama orizzontale di questa annata. Già al termine della prima stagione era stata annunciata l'esistenza di Terra-2 - il mondo parallelo principale nei fumetti DC - tramite l'apparizione dell'elmo di Jay Garrick, il Flash di quell'universo. Il cameo di quest'ultimo, con il volto di Teddy Sears, alla fine di questa premiere del secondo ciclo è uno dei due ingredienti più succosi, almeno da un punto di vista da fan, che annunciano le ambizioni dei nuovi episodi. L'altro, evocato dal cattivo della settimana, è il nuovo Big Bad: Zoom. Dedicheremo maggiore spazio ad entrambi i personaggi in occasione dei prossimi episodi.

Contenuto pubblicitario

Il curioso caso di Harrison Wells

The Flash: Tom Cavanagh è Reverse Flash nell'episodio Fast Enough

Nonostante Eobard Thawne sia morto al termine della scorsa stagione, Tom Cavanagh rimane un membro fisso del cast nei panni di Harrison Wells, presumibilmente per via di qualche scappatoia paranormale che permetterà al buon professore di tornare nel mondo dei vivi. Per ora lo vediamo ancora in versione Reverse-Flash, in un video-testamento dove confessa di aver ucciso la madre di Barry. Ciò porta ad uno dei momenti più toccanti dell'episodio, quando Henry Allen, finalmente scagionato, decide di lasciare la città poiché la sua presenza influirebbe negativamente sui doveri del figlio.

Dalla carta allo schermo

Il villain di questo episodio è Albert Rothstein alias Atom Smasher, che nei fumetti è tradizionalmente un eroe (difatti viene specificato che questa versione proviene da un altro universo e ha ucciso il "vero" Rothstein, già menzionato nella prima stagione e presunto morto). L'abbiamo già visto in forma animata in Justice League, dove era doppiato in inglese da Kevin Conroy, storica voce di Batman.

Leggi anche: The Flash: una featurette svela Atom Smasher

What's Next

Legends of Tomorrow: un poster dedicato ai protagonisti della serie

Oltre alla trama orizzontale dedicata a Zoom, la seconda stagione vanterà anche i ritorni - già confermati - di Grodd e Trickster (interpretato da Mark Hamill). Non mancheranno neanche i crossover con Arrow, soprattutto in vista del debutto di Legends of Tomorrow tra qualche mese.

Leggi anche: Legends of Tomorrow: il nuovo trailer valorizza il legame coi fumetti

Max Borg
Redattore
4.0 4.0
Arrow, stagione 4: finalmente Freccia Verde
The Flash: Il meglio e il peggio della stagione 1
Privacy Policy