The Bridge: Commento all'episodio 2x12, Quetzalcoatl

The Bridge si prepara al gran finale con un penultimo episodio che vede Sonya Cross e il tenente Hank Wade pronti a collaborare con i reporter Daniel Frye e Adriana Mendez, allo scopo di smascherare gli oscuri legami fra la CIA e la rete del narcotraffico.

The Bridge: Commento all'episodio 2x12,...

Il plot

The Bridge

2013 - 2014 – Crime
3.5 3.5

Caduto nelle mani di Fausto Galvan, che tiene prigioniera anche Romina, la figlia di Sebastian Cerisola, Marco Ruiz viene interrogato a proposito del suo accordo con i marine; Galvan, intenzionato a sfuggire alla cattura, usa la radio-trasmittente di Marco per contattare il capo dei marine e tentare di trovare un accordo che gli permetta di oltrepassare il confine. Nel frattempo Sonya Cross, consapevole che Eleanor Nacht è di nuovo in libertà grazie all'intervento della CIA, riesce a decifrare il suo libro mastro.

Insieme al tenente Hank Wade, uscito dall'ospedale, Sonya decide di collaborare con i reporter Daniel Frye e Adriana Mendez, i quali rivelano ai due agenti quanto hanno scoperto a proposito del coinvolgimento della CIA con il narcotraffico. Sonya si è resa conto che sul libro mastro sono indicati degli indirizzi, e grazie all'aiuto di Daniel e Adriana individua le coordinate di un punto preciso nel confine fra Texas e Messico, dove avverrebbe il traffico di droga con l'avvallo delle autorità. Intanto, Steven Linder progetta la propria vendetta contro il Capitano Robles, ma appena prova ad avvicinarsi a lui Robles gli spara in pieno petto.

Commento all'episodio

The Bridge: Demian Bichir e Jenny Pellicer nell'episodio Quetzalcoatl

Con l'approssimarsi del finale della seconda stagione, The Bridge, uno dei titoli di punta nella programmazione della rete FX, si prepara al commiato dal proprio pubblico (in attesa di un eventuale rinnovo tutt'altro che scontato) facendo convergere progressivamente i vari subplot in un'unica direzione, che prelude alla definita resa dei conti in calendario per l'ultima puntata, Jubilex. Quetzalcoatl (ennesimo titolo ripreso dall'antica mitologia: in questo caso si tratta di un dio azteco, il "serpente piumato", divinità dell'alba e del vento) riunisce infatti sul medesimo fronte Sonya Cross, Hank Wade, Daniel Frye e Adriana Mendez, determinati a smascherare i loschi rapporti esistenti fra la CIA e i "signori della droga" che gestiscono il narcotraffico fra gli Stati Uniti e il Messico. Sonya, impersonata dalla bravissima Diane Kruger, si conferma pertanto una delle più grintose e carismatiche eroine del piccolo schermo, capace di tenere a bada fragilità e drammi personali mentre si batte con tutte le proprie forze per i valori a cui ha scelto di dedicare la propria esistenza.

Contenuto pubblicitario
The Bridge: Demian Bichir nell'episodio Quetzalcoatl

Sul fronte dei villain, invece, l'attenzione continua a rimanere puntata sul bieco Fausto Galvan, interpretato da Ramón Franco: l'ex boss della droga, ridotto ad una "scheggia impazzita" tradita dai propri alleati e braccata dai marine e dalla DEA, nel corso della stagione ha acquisito una "statura" che va oltre lo stereotipo del tipico antagonista da serie poliziesca. Fra i vari personaggi di The Bridge, invece, non sembra aver trovato l'adeguato spazio narrativo il misterioso Steven Linder, che al termine di Quetzalcoatl viene colpito da un proiettile in pieno petto: purtroppo la sua storyline, per quanto non priva di potenziale (di grande suggestione il memento mori lanciato al Capitano Robles da Linder, che si presenta come "il suo passato"), non è mai riuscita a trovare un reale punto di congiunzione con il plot principale.

What's next?

Dopo il vano agguato dei marine ai danni di una jeep, inviata da Fausto Galvan verso il confine come "specchietto per le allodole", il boss del narcotraffico è in fuga attraverso le montagne insieme ai suoi due prigionieri. Per Jubilex, inoltre, si prospettano una nuova apparizione di Eleanor Nacht ed un probabile "scontro finale" con Sonya, che al termine di Quetzalcoatl si accinge ad intervenire in prima persona per bloccare i camion del traffico di droga.

The Bridge: Matthew Lillard e Ted Levine nell'episodio Quetzalcoatl

Conclusioni

Episodio teso e carico di pathos, Quetzalcoatl provvede ad un ulteriore ricompattamento delle varie storyline della serie in modo da preparare il terreno per il gran finale di The Bridge, disponendo sulla scacchiera tutte le pedine che, nella prossima puntata, saranno protagoniste di un sanguinoso quanto definitivo regolamento di conti.

Stefano Lo Verme
Redattore
3.5 3.5
Privacy Policy