The Big Bang Theory: Le geek c'est chic!

Intervista a Melissa Rauch e Mayim Bialik di The Big Bang Theory, la sitcom che ha trasformato i geek in star, dal 9 aprile su Joi con le puntate inedite della sesta stagione.

Eleganti, stilose e lontanissime dai loro personaggi in The Big Bang Theory (che torna dal 9 aprile 2013 su Joi con gli episodi della stagione 6), Melissa Rauch e Mayim Bialik, due terzi del cast femminile della serie, non sfigurano tra le colleghe bellone ospiti del 52° Festival della Televisione di Monte-carlo. Melissa nella realtà non ha la vocina in falsetto di Bernadette, Mayim dal vero è una donna sicura di sé e dotata di un senso della moda senz'altro migliore di Amy (ma ci vuole poco).
Le ragazze si sono manifestate al festival in compagnia del produttore esecutivo Bill Prady, e hanno dispensato interviste in coppia, di cui riportiamo commenti e opinioni.

Melissa, cosa aspetta il tuo personaggio all'inizio della sesta stagione? Melissa Rauch: prevedo una bella lotta con la mamma di Howard, che sicuramente non sarà una suocera compiacente. Prima devo aspettare che Howard torni dalla missione nello spazio, però. Il rischio maggiore è che mio marito si ritrovi con due madri: non so se l'avete notato, ma di tanto in tanto Bernadette assume degli atteggiamenti preoccupantemente simili a quella della genitrice del suo consorte.

The Big Bang Theory: Mayim Bialik, Jim Parsons e Kevin Sussman nell'episodio The Decoupling Fluctuation
Mayim, cosa c'è nel futuro di Amy Farrah Fowler?
Non lo so! Ma mi auguro che prima o poi Sheldon ricambi un po' del suo affetto, povera Amy.

L'arrivo di altre due ragazze nella serie ha cambiato le cose. Com'è stato entrare in un cast già affiatato? Melissa Rauch: nessun problema, i ragazzi sono adorabili e mi hanno subito messo a loro agio. Io venivo da un set piuttosto diverso, quello della serie di HBO True Blood, ma anche lì ero arrivata dopo, per cui ero già abituata.
Mayim Bialik: Siamo approdate al cast di The Big Bang Theory dopo che la serie aveva già conquistato il successo, non sapevo se sarei stata utile. Sono stata sorpresa, e onorata, che ci tenessero ad avermi nel loro cast, del resto ritengo che l'arrivo di altre ragazze nello show abbia innescato nuove dinamiche molto divertenti, soprattutto perché Amy fa di tutto per sedurre Sheldon.

C'è qualche guest star che sperate prima o poi partecipi alla serie? Melissa Rauch: Una guest ambita era Blossom, e tadaan, eccola qua!
Mayim Bialik: Non saprei dire, amo le sorprese!

Cosa ne pensate, è l'era dei geek? Mayim Bialik: Decisamente sì, basta guardare il team di sceneggiatori di The Big Bang Theory, un covo di smanettoni dei computer e lettori di fumetti. I quali al loro volta hanno amici ancora più nerd da cui attingono tutte le storie che poi finiscono nelle sceneggiature della serie.

In che posizione mettete voi stesse: geek o non geek? Melissa Rauch: Direi geek. Del tipo computer-dipendente che è in grado di stare davanti lo schermo a smanettare per ore e ore.
Mayim Bialik: Geek! E ho sposato un geek super appassionato di fumetti di supereroi. Io invece sono più nerd, essendo io stessa, come il mio personaggio Amy, una neuroscienziata.

The Big Bang Theory: Melissa Rauch, Kaley Cuoco e Mayim Bialik nell'episodio The Decoupling Fluctuation
Non vivisezioni gli animali, spero. Mayim Bialik: no, sono fortemente contraria.

Come ti trovi con il tuo fidanzato finzionale, Sheldon? Mayim Bialik: Penso che se Sheldon esistesse veramente lo strozzerei, ma il suo interprete Jim Parsons, invece, è adorabile, colto, pieno di interessi, un artista. Non è molto geek.

Qual è il vostro preferito tra i ragazzi? Melissa Rauch: non posso scegliere, sono tutti adorabili!
Mayim Bialik: Leonard, è un ragazzo così gentile e paziente. Soprattutto paziente, visto che subisce di buon grado da almeno sei anni le fissazioni di Sheldon, le sue assurde regole del contratto dei coinquilini, e lo scarrozza di qua e di là.

Quali sono le vostre serie preferite? Melissa Rauch: io sono un'attrice comica e fin da piccola ho avuto la passione della comicità, delle serie comiche e delle sitcom. Sono un'amante della grande comedy televisiva classica, di Lucille Ball e del suo show I love Lucy, per me è un cult. L'ho vista e rivista per tutta l'infanzia.
Mayim Bialik: Vedo poca televisione, ma amo le serie di fantascienza e simili. Sono stata una grandissima fan di Heroes e mi strappavo i capelli per Lost. A proposito di Heroes ho appena scoperto che qui al Festival di Monte-carlo ci sarà anche Jack Coleman, è un attore super sexy, non vedo l'ora di incrociarlo perché voglio a tutti i costi almeno una foto con lui.

The Big Bang Theory: Simon Helberg e Melissa Rauch nell'episodio The Re-Entry Minimization
Come ti è sembrato il finale di Lost? Mayim Bialik: Ehm, non voglio commentare il finale. Diciamo che tutto sommato mi ha lasciato un po' di insoddisfazione. Rispetto ad altri finali spettacolari come quello, eccezionale, di Six Feet Under, penso che sia stato deludente. Mi aspettavo molto di più, anche se mi rendo conto che dare un finale a una serie, soprattutto con delle aspettative così alte, sia una bella impresa.

I vostri progetti futuri? Mayim Bialik: Sono una mamma molto attenta, riesco a malapena a girare The Big Bang Theory.
Melissa Rauch: Ho girato un paio di film di cui vado piuttosto orgogliosa, di cui il primo, You Are Here, è una commedia scritta e diretta da Matthew Weiner, il creatore di Mad Men.

The Big Bang Theory: Le geek c'est chic!
Privacy Policy