The Big Bang Theory: commento all'episodio The Scavenger Vortex

Dopo la doppia premiere di stagione, i nerd della CBS si dedicano ad una caccia al tesoro organizzata da Raj.

The Big Bang Theory: commento all'episodio The...

Il plot
Deluso dallo scarso entusiasmo per le serate che organizza, Raj mette in piedi un'altra attività di gruppo per coinvolgere i suoi amici: una caccia al tesoro sfruttando indizi di natura scientifica o nerd. Il gruppo partecipa al gioco diviso in coppie, estratte a sorte perché tutti sembrano considerare la squadra che prenderà Penny come la più svantaggiata nella competizione. La ragazza finisce quindi con Sheldon, mentre Leonard viene accompagnato da Bernadette ed Howard da Amy.

Cosa ci è piaciuto di questo episodio
Una serie alla settima stagione come The Big Bang Theory ha necessariamente bisogno di inserire episodi basati su spunti semplici e da questo punto di vista The Scavenger Vortex funziona bene, cogliendo anche l'occasione per alternare coppie di personaggi già collaudate (Penny/Sheldon, il cui legame è già stato esplorato nei due episodi di inizio stagione) ad altre le cui dinamiche non sono mai state messe in scena (in particolare Howard/Amy, che trovato un punto di contatto nella comune passione per Neil Diamond).
Funziona il parallelo tra i tre gruppi e le diverse dinamiche che li compongono, alternando l'eccessiva e rabbiosa competitività di Bernadette ai canti gioiosi in auto di Howard ed Amy.

Contenuto pubblicitario

The Big Bang Theory: Kevin Sussman e Kunal Nayyar nell'episodio The Scavenger Vortex
Cosa non ci è piaciuto di questo episodio
La caccia al tesoro poteva essere l'occasione per mettere i personaggi in situazioni e posti nuovi, invece ci si limita ai soliti set della serie, tra cui la lavanderia ed il negozio di fumetti di Stuart. L'idea, seppur semplice e funzionale, poteva offrire anche qualcosa di diverso.

What's Next
Ci aspettiamo che gli autori di The Big Bang Theory continuino a dar spazio alle relazioni già affermate tra i personaggi della serie, cercando però di verificare l'efficacia di altre che fin qui hanno avuto poco spazio, in modo da avere ulteriori spunti narrativi da sfruttare di qui in avanti... soprattutto considerando il successo di ascolti e le possibili stagioni che verranno.

Antonio Cuomo
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy