Tanti auguri MTV Italia

10 anni da quando l'emittente televisiva americana ha fatto il suo ingresso in Italia. I festeggiamenti in due piazze, Milano e Roma, hanno accolto tanti artisti, ma da uno show del genere qualcosa in più non avrebbe di certo guastato... Noi di CR abbiamo seguito il concerto milanese.

monica renna

Oltre 7 ore di musica, quasi 70 mila persone. Questi i numeri più importanti dell'MTV Day, organizzato dall'emittente televisiva per festeggiare il decimo compleanno del canale in Italia. Apripista dell'evento musicale, che si è svolto il 15 settembre in piazza del Duomo a Milano e in contemporanea a Roma, il gruppo Rezophonic Superband (67 elementi), che ha visto la partecipazione di un'ampia selezione di cantanti, tra cui Mario Riso, il suo fondatore, Giuliano dei Negramaro, Gianluca Grignani, alcuni membri dei Lacuna Coil e dei Bluvertigo. Realizzato con il supporto tecnico di Marco Trentacoste, il gruppo sostiene il progetto idrico di AMREF Italia, che ha come scopo la realizzazione di pozzi d'acqua nel Kajiado, una delle regioni più aride dell'Est Africa, e del mondo, ai confini fra Kenya e Tanzania, per "Offrire da bere a chi ha veramente sete". Come affermato da Mario Riso nel corso della conferenza stampa che si è svolta durante l'Mtv Day, "Grazie ai generosi contributi che siamo riusciti a raccogliere fino a oggi, un totale di 100.000 euro, sono stati realizzati 36 pozzi, e abbiamo così potuto dare da bere a 5.000/6.000 persone".
Abbandonata la parentesi Rezophonic e dopo ben 20 minuti di attesa tra cambi tecnici e pubblicità ancora una band sul palco allestito in piazza Duomo: Elio e le storie tese hanno proposto un medley dei successi più rappresentativi, tra cui "Pipppero ®", "La chanson", "Discomusic", "Born to be Abramo".
Lo show si è fatto sicuramente più interessante e movimentato grazie all'esibizione di Jovanotti, tornato al suo pubblico dopo un lungo periodo di assenza dalle scene musicali. "Tra il profano e il sacro, il posto giusto dove la musica deve stare" questo il commento dell'artista durante la sua performance che ha visto riproporre tra le altre con incessante energia "Tanto, tanto, tanto", "Mi fido di te", "Ragazzo fortunato" e dulcis in fundo "Serenata Rap". Da segnalare che 'artista uscirà a breve con un nuovo album, definito da lui stesso "Un disco fantastico, il più bello che abbia mai fatto, ogni volta che lo ascolto piango". L'ultima parola come sempre spetterà ai fan, in bocca al lupo Jovanotti.
Ancora una pausa quasi interminabile e inutile prima dell'attesissimo Tiziano Ferro, attorniato come al solito da ballerini e coreografie ben riuscite che hanno accompagnato le 5 canzoni ("Stop! Dimentica", "E fuori è buio", "Centro di gravità permanente","Ti scatterò una foto", "E Raffaella è mia"), che hanno mandato in visibilio tutto il pubblico. Nonostante qualche stonatura di troppo e un audio non sempre perfetto Tiziano non ha deluso (i suoi fan) ed è partito per la notte bianca di Genova, dove ha potuto accontentare altri fan in delirio.
Alle 20 tutti in piedi per J Ax, Dj Jad e la reunion momentanea dell'ormai ex gruppo (e rimpianto) Articolo 31, che non potevano offrire che un mix di super successi: "La fidanzata", "Ohi Maria", "Funkytarro", "Tranqui funky", "L'italiano medio".
Spenti i riflettori su rap e Deejay vari è arrivato il momento del folclore di Carmen Consoli, che ha saputo incantare un pubblico ormai caldo e vibrante per l'ultima esibizione. La cantante catanese, nel corso dell'ultima conferenza stampa della giornata ha parlato di musica, tradizione e cultura, ma anche di musica. Alla domanda di un giornalista su come affrontare la crisi della discografia italiana ha risposto "Il mio mestiere è scrivere, ma la musica non è tutto nella mia vita. Come la musica viene o verrà distribuita non è un mio problema, trovo sia giusto che la musica sia distribuita in qualsiasi forma, perché parliamo pur sempre di promozione, diffusione. Pensandoci da un punto di vista "popolare" trovo sia giusto. Poi ci sono sempre i concerti, qualunque cosa accada, potrò sempre esibirmi dal vivo e far conoscere la mia musica ai miei estimatori". E infatti la classe e il talento di questa ragazza si sono sentiti, eccome.
Ore 22.50 ultimo ospite dell'Mtv Day: Biagio Antonacci. Sulle note di "Sognami" il cantante milanese ha aperto una mini esibizione che ha scatenato un tifo da stadio, tra cori e incitazioni di ogni tipo. "L'impossibile", "Lascia stare", "Liberatemi", "Convivendo" hanno chiuso un evento che si è salvato in corner. Uno spettacolo da cui forse ci si aspettava qualcosa in più: troppe pause nello show, che non hanno tenuto conto della pazienza del pubblico, pochi gli artisti presenti, organizzazione e qualità audio non proprio eccellenti. Ad ogni modo tutto insegna, arrivederci al prossimo Mtv Day.

Tanti auguri MTV Italia
Privacy Policy