Guerre stellari

1977, Fantascienza

Stormtrooper: A Star Wars Story, essere un Assaltatore in una galassia lontana lontana

Ripercorriamo la storia di un personaggio secondario ma onnipresente della grande saga di Star Wars. Spesso sottovalutato e sbeffeggiato, l'Assaltatore Imperiale ha una lunga storia alle proprie spalle: scopriamo insieme quale.

Raffaele Caporaso

Nella grande mitologia di Star Wars in continua espansione c'è un personaggio (quasi sempre) silenzioso, spesso relegato al ruolo di mera comparsa o "carne da cannone" ma presente da sempre, sin dalle origini. Questa volta non stiamo parlando dei vari Luke Skywalker, Darth Vader, Han Solo, Leia Organa, ma del fedele soldato dell'Impero (e successivamente del Primo Ordine), disposto a morire per la causa: lo Stormtrooper.

Quello che in italiano è anche conosciuto come Assaltatore o Soldato Imperiale, o definito con spregio "Testa a secchio" (buckethead) dai Ribelli, è uno dei personaggi storici della saga di Star Wars, che è riuscito a imporsi come un cult, perlomeno sotto il profilo meramente estetico, grazie a un design singolare, inedito e accattivante, splendido e inconfondibile nella sua semplicità. Noti per la loro dedizione all'Impero, per la loro brutalità e abilità tattica, oltre che per la loro precisione con le armi da fuoco (anche se poi, di fatto, il loro bersaglio lo mancano quasi sempre), nel corso delle varie pellicole della space opera più nota del cinema abbiamo visto apparire e perire (nei modi più svariati e forse crudeli) centinaia di Stormtrooper - comprese le tante varianti delle quali vi parleremo - e abbiamo quindi deciso di ripercorrere la storia cinematografica di un personaggio di Star Wars di certo secondario, ma al quale siamo un po' tutti affezionati.

Leggi anche: Perché Star Wars è una saga fantasy

Origini

I corpi d'assalto degli Stormtrooper vengono formati per la prima volta nel 19 BBY (diciannove anni prima della Battaglia di Yavin, secondo il Calendario Galattico Standard) per preciso volere dell'Imperatore Palpatine, intenzionato a servirsene per controllare tutti i pianeti sotto il suo dominio. Per garantirsi la fedeltà delle proprie truppe, l'Imperatore impone la nascita di vere e proprie Accademie dove gli aspiranti Stormtrooper possano essere addestrati sia sotto il profilo meramente militare, che sotto quello ideologico. La più importante e prestigiosa di queste Accademie è situata proprio nel cuore dell'Impero, sul pianeta Coruscant.

Leggi anche: The Dark Side of Star Wars: Darth Vader, Kylo Ren e il fascino del male

Dopo i Clone Trooper

Di fatto, gli Stormtrooper sono lo step successivo dei Clone Trooper, Assaltatori che combatterono le Guerre dei Cloni in difesa della Repubblica Galattica. A loro volta, i battaglioni di Clone Trooper apparvero per la prima volta nel 32 BBY: come il nome suggerisce, questi erano cloni creati dal modello genetico del cacciatore di taglia mandaloriano noto come Jango Fett. I primissimi Stormtrooper erano infatti proprio gli ultimi cloni sopravvissuti alle suddette Guerre, i quali furono ben presto congedati a causa di un loro difetto congenito, che si manifestava in un invecchiamento raddoppiato: proprio a causa di ciò - oltre che alla ribellione dei kamindoriani che produssero delle proprie copie di questi cloni per contrastare l'Impero - si preferì introdurre nuovi elementi tra le file degli Assaltatori, selezionando le nuove reclute dai svariati pianeti, tra volontari e coscritti. Quando un nuovo elemento si dimostrava particolarmente valido e abile, inoltre, l'Impero procedeva a crearne dei cloni. Progressivamente aumentò quindi l'afflusso di nuovi cadetti, cosa che portò a scemare la presenza di cloni tra gli Stormtrooper.

Leggi anche: Speciale Star Wars: come la saga di Lucas il nostro linguaggio influenzato ha

Guerre Stellari

Gli Stormtrooper sono uno strumento importantissimo dell'Impero ancor prima della Guerra civile galattica e rispondono direttamente all'Imperatore e ai suoi fedelissimi, vedi ad esempio Darth Vader che dispone di un suo battaglione personale di Assaltatori (la speciale Legione 501), come dimostrano le sequenze iniziali di Guerre stellari, quando il Signore Oscuro dei Sith cattura la Principessa Leia Organa a bordo della corvetta Tantive IV nello spazio sopra il pianeta Tatooine. Nonostante la caduta dell'Impero, che vede nella Battaglia di Endor (4 ABY, quattro anni dopo quella di Yavin) l'episodio chiave, gli Stormtrooper continuano a esistere e a essere addestrati per trent'anni, finendo al servizio del Primo Ordine, come abbiamo scoperto in Star Wars: Il risveglio della forza. Proprio dai pochi elementi svelati sul passato del personaggio di Finn, sappiamo che il Primo Ordine è dedito alla pratica di rapire neonati da addestrare per divenire soldati, forse anche mediante un misterioso condizionamento mentale che li trasforma in veri e propri "automi".

Leggi anche: La nostra recensione di Star Wars: Il risveglio della forza

Sistema graduatorio

Dietro la figura dello Stormtrooper c'è una precisa e ben organizzata struttura di comando basata su un sistema graduatorio. L'unità base di tale struttura è proprio l'Assaltatore individuale, ognuno con un proprio codice identificativo composto da lettere e numeri. In ordine crescente, gli Stormtrooper sono organizzati in squadre, plotoni, compagnie, battaglioni, reggimenti e legioni. Se la squadra è composta da circa una decina o meno di Assaltatori, i battaglioni vedono tra le proprie fila ben 820 Stormtrooper, con i reggimenti quantificabili nell'ordine di migliaia di soldati e le legioni in decine di migliaia. Tra gli Assaltatori, gli ufficiali sono tradizionalmente non-cloni provenienti dalle migliori Accademie dell'Impero, su tutte quelle di Coruscant: questi sono riconoscibili dal fatto di avere il simbolo del proprio rango ben visibile sull'armatura standard. Tra gli Stormtrooper ci possono essere anche soldati di sesso femminile, sebbene questi costituiscano una minoranza: le donne vengono assegnate a unità esclusivamente al femminile, la cui più famosa è quella dell'Accademia Imperdiale di Lothal. Anche queste però possono far carriera tra le file degli Assaltatori, come dimostra l'ascesa al grado di Capitano di Phasma, personaggio apparso proprio ne Il Risveglio della Forza.

Leggi anche: Speciale Star Wars: 10 personaggi indimenticabili che colpiscono ancora

Addestramento

L'addestramento dello Stormtrooper è molto duro e della durata di anni. Come già detto, oltre a una precisa preparazione fisica e tattica di stampo militare, tale periodo è anche corredato da un vero e proprio indottrinamento all'ideologia imperiale. Questa scelta è funzionale a rendere l'Assaltatore estremamente dedito e fedele alla causa dell'Imperatore, così che, in caso di ribellione di qualche Moff (rango che veniva attribuito ai fedelissimi dell'Imperatore), gli Stormtrooper potessero sedare sul nascere ogni attentato all'ordine dell'Impero. In tale processo di formazione è ovviamente previsto un addestramento specifico per la guida dei vari veicoli da combattimento, sia di terra che di aria, a disposizione dell'Impero prima e del Primo Ordine poi.

Leggi anche: Speciale Star Wars: i momenti epici della saga

Minimal Look

L'aspetto sicuramente più iconico dello Stormtrooper è proprio la sua armatura bianca e nera, essenziale e composta da blocchi anatomici dediti a proteggere le parti più esposte del corpo, oltre che il suo caratteristico elmetto. La caratteristica dell'armatura è quella di essere molto semplice e senza elementi esterni differenti tra i vari soldati, a parte il codice identificativo. Si può notare come il design dell'armatura, così come quello del casco, abbia un aspetto precisamente simmetrico. Di certo non si tratta della tenuta più pratica e funzionale immaginabile, ma questo look così basic, che gioca con la bicromia e il contrasto tra bianco e nero, ha permesso a questo personaggio di avere grande riconoscibilità nel corso degli anni: tale riconoscibilità è anche funzionale a far sì che i soldati dell'Impero possano essere facilmente identificati e, conseguentemente, temuti. Ne Il Risveglio della Forza il design della tenuta di combattimento dell'Assaltatore ha subito alcune sostanziali modifiche, specie a livello dell'elmetto, divenuto più sottile, slanciato e moderno.

Leggi anche: Star Wars: il meglio e il peggio delle prime due trilogie

Armamentario

Lo Stormtrooper comune ha in dotazione come propria arma d'ordinanza il fucile Blaster E-11, arma molto diffusa nell'Impero, ma all'occorrenza anche Blaster pesanti DLT-19 e DLT-20A, oltre a piccole pistole blaster per i combattimenti in ambienti chiusi o ristretti.

Lo Stormtrooper è bello perché vario

Dalla "versione base" dello Stormtrooper ne sono state create svariate altre, ognuna con una sua precisa funzione, che vi elenchiamo di seguito, in rigoroso ordine alfabetico:

  • Death Trooper: Assaltatore addestrato a uccidere senza pietà. Come suggerito dal nome, si tratta dello Squadrone della Morte dell'Impero. Indossa un'armatura total black modificata.

  • Flame Trooper: Stormtrooper addestrati all'utilizzo di potenti lanciafiamme, che portano sulla schiena. La loro tenuta differisce solo al livello del casco, il cui visore è più sottile e allungato.

  • Heavy Trooper: Assaltatore dotato di armatura rinforzata ed elettrostaffa come arma d'ordinanza.

  • Heavy Weapons Stormtrooper: Assaltatore incaricato di operare con armi pesanti, come per esempio il cannone blaster Z06.

  • Jump Trooper: Assaltatore addestrato per missioni aeree, provvisto di jetpack. La sua armatura dispone di speciali deflettori.

  • Magma Trooper: Stormtrooper addestrato per operare in ambienti vulcanici e con altissime temperature, come il pianeta Sullust. Indossa un'armatura dal design classico, ma completamente di colore rosso.

  • Phase II Dark Trooper: Assaltatore appartenente a un'unita di combattimento sperimentale, dotato di vistosa e possente armatura di colore nero e di armi pesanti d'assalto, come cannoni blaster.

  • Piloti di AT-AT: Stormtrooper specializzato nella guida di AT-AT, equipaggiato con armatura totalmente bianca.

  • Piloti di AT-ST: Assaltatore specializzato nella guida di AT-ST. Non indossa una vera e propria armatura, quanto una divisa grigia provvista di casco a scodella, che lascia scoperta parte del volto.

  • Pilota Imperiale: Stormtrooper specializzato nella guida di mezzi aerei, come Caccia-Tie, AT-DP o ITT. La loro armatura è classicamente nera, con respiratore.

  • Purge Trooper: Stormtrooper d'elite incaricato di sedare in modo definitivo qualsiasi insurrezione, come quella su Anoat. È dotato di un'armatura nera modificata ed è pesantemente armato.

  • Riot Trooper: Assaltatore specializzato nel sedare rivolte e insurrezioni, addestrato al combattimento corpo a corpo. Indossa un'armatura leggera e maneggia armi bianche, come l'elettrostaffa.

  • Sand Trooper: Assaltatore addestrato per combattere e resistere in ambienti desertici. Indossa un'armatura classica, provvista di spallina destra (di colore arancione, nero o bianco in funzione del grado) e un kit di sopravvivenza che porta sulla schiena.

  • Scout Trooper: Stormtrooper deputato alla guida delle Speeder Bike, indossa un'armatura leggera, nella quale vi è una maggiore presenza del colore nero. Il casco è anche molto singolare, con un visore più ampio e una forma più squadrata. Come arma d'ordinanza ha una pistola Scout e un fucile di precisione DLT-19X.

  • Sea Trooper: Assaltatore addestrato per missioni subacquee. La sua armatura è in grado di sopportare grandi pressioni, porta bombole d'ossigeno sulla schiena e il casco, provvisto di boccaglio, è molto simile a quello degli Scout Trooper.

  • Shadow Trooper: Stormtrooper dotato di speciale armatura nera provvista di sistema d'occultamento in grado di renderlo invisibile.

  • Shock Trooper: Assaltatore d'alto rango provvisto di riconoscibile armatura classica, ma bianco-rossa. Sono l'elite tra i soldati imperiali, e guardie del corpo dell'Imperatore Palpatine.

  • Shore Trooper: Stormtrooper addestrato per combattere in ambienti costieri e sabbiosi, come quelli del pianeta Scarif, uno dei pianeti più importanti dell'Impero. La sua armatura è molto leggera e di color sabbia.

  • Sniper Trooper: Stormtrooper di alto rango, è il cecchino tra gli Scout Trooper. Opera con fucile di precisione E-11.

  • Snow Trooper: Assaltatore specializzato per operare in ambienti nevosi o ghiacciati, come i pianeti Hoth e Agamar; sono dotati di un'armatura foderata con tessuto termico e isolante, di colore completamente bianco per cause mimetiche.

  • Space Trooper: Assaltatore specializzato per agire in situazioni a gravità zero, come lo spazio aperto. Indossano un'armatura classica, ma rinforzata e provvista di respiratore.

  • Storm Commando: Stormtrooper facente parte di uno squadrone da utilizzare solo in casi estremi. Indossa un'armatura simile a quella dello Scout Trooper, ma completamente nera.

Stormtrooper: A Star Wars Story, essere un...
The Dark Side of Star Wars: Darth Vader, Kylo Ren e il fascino del Male
Rogue One: il lato oscuro di Star Wars ci regala il miglior spinoff che potessimo desiderare
Privacy Policy