Storia d'inverno: la nostra recensione del blu-ray

Buona qualità audio-video per l'edizione in alta definizione dell'insolita storia d'amore senza tempo con Colin Farrell, tratta dal romanzo di Mark Helprin. Extra più che sufficienti.

Aveva vinto un Oscar per la miglior sceneggiatura non originale per A Beautiful Mind ed è l'autore di altri script come Cinderella man - Una ragione per lottare e Io sono leggenda: adesso Akiva Goldsman si è cimentato per la prima volta dietro la macchina da presa in Storia d'inverno, una straordinaria ed insolita storia d'amore tratta dall'omonimo romanzo di Mark Helprin. Una favola per adulti dai toni sopprannaturali, sul potere immenso dell'amore capace di superare i limiti del tempo.

In una New York dei primi del '900 il ladro di professione Peter Lake (Colin Farrell), durante un tentativo di rapina in una villa, si imbatte nella bellissima Beverly Penn (Jessica Brown Findlay), una giovane donna gravemente malata. Per entrambi è un colpo di fulmine, ma oltre alle condizioni di salure di Beverly, a contrastare il loro amore c'è anche un pericoloso gangster che ha un conto in sospeso con Peter. Ma dopo la morte di Beverly, un destino bizzarro terrà in vita Peter per oltre un secolo, catapultandolo in una moderna New York dove dovrà portare a termine una missione. Nel cast anche Russell Crowe e Jennifer Connelly.

Video soft fedele alle atmosfere soprannaturali

Storia d'inverno: Jessica Brown Findlay e Colin Farrell in una romantica immagine

Storia d'inverno è arrivato in homevideo anche in alta definizione con un blu-ray targato Warner Bros. Entertainment Italia. Il video è di ottimo livello, anche se c'è una costante sensazione di morbidezza dovuta probabilmente a precise scelte fotografiche, che vogliono trasmettere atmosfere oniriche e soprannaturali. È per questi motivi che il quadro appare spesso soft e poco incisivo, ma in realtà il dettaglio è di buonissimo livello e la fedeltà al look del film è conservata.
Il quadro risulta infatti pulito e ben definito su tutti i piani, sia sugli incarnati che sugli abiti, con un discreto senso di profondità generale. Il croma è piuttosto trattenuto su tonalità cupe, ma grazie a un ottimo contrasto e a un nero molto solido, anche le scene più scure hanno una buona tenuta, con particolari sempre percepibili e solo in rare circostanze affogati un pò dalle ombre. Certo gli effetti speciali sul cavallo che vola sono molto evidenti, ma anche qui il riversamento c'entra poco, perché la volontà di rendere manifesta la magia dell'animale e del racconto era evidente anche nelle sale.

Storia d'inverno: Russell Crowe in una scena del film

Un audio pronto a ruggire nei momenti giusti

Winter's Tale: la locandina italiana
Totale 7
Video 7.5
Audio 7
Extra 6.5

Sul fronte l'audio la traccia italiana si limita a un dolby digital 5.1 che come è logico che sia risulta inferiore al DTS HD inglese. In ogni caso l'ascolto è molto piacevole, perché alla gran parte del film tranquilla in cui dominano dialoghi caldi e precisi, fanno riscontro degli improvvisi picchi nelle manifestazioni della malvagità del personaggio interpretato da Russell Crowe che rivelano una dinamica di tutto rispetto. In quei momenti il sub ruggisce e l'apporto dell'asse posteriore è molto incisivo. Anche l'ambienza tranquilla comunque è ben curata, come calda risulta la riproduzione delle musiche. I punti positivi sono ovviamente amplificati nel lossless inglese, più corposo e dotato di una generale maggiore spazialità.

Extra: due featurette e scene tagliate

Poco più che sufficiente il reparto dei contenuti speciali. Troviamo una featurette che punta l'attenzione sull'adattamento cinematografico del romanzo attraverso varie intervista a regista e cast (6 minuti), seguita da un contributo sul duello che pervade il film tra bene e male e sui personaggi che interpretano questa grande battaglia (9 minuti). A chiudere troviamo 12 minuti di scene eliminate.

Storia d'inverno: la nostra recensione del blu-ray
Privacy Policy